martedì, novembre 14, 2017

ventimiglia ... la rincorsa lunga in poesia migrante/Pene fino a 17 anni per i “manager della tratta” tra l’Italia e la Francia/ Migranti, per l'Onu è "disumana" la collaborazione tra Ue e Libia

questa è gorizia... e nessuno ne parla....

su ventimiglia sempre di meno.... 




Inchiesta Nordest e migranti A Gorizia nel girone dei disperati - Avvenire



Viaggio nel capoluogo giuliano: nel cuore della città austroungarica il tunnel dell’abbandono ove approdano i rifugiati espulsi dai Paesi europei

"BASTA SILENZI"   FORZA GORIZIA


ventimiglia ... la rincorsa lunga in poesia migrante

questo blog uscirà duman... ore 11.55 oggi partita italia .. nazionale  ( lunedi 13 novembre) ma la rincorsa lunga dei migranti di ventimiglia... in poesia?




" MIGRANTE E LA TRATTA
IL MIGRANTE CHE PAGA
IL MIGRANTE E L'ILLUSIONE DI ARRIVARE IN CONFINE
IL MIGRANTE DALLA SCURA PELLE
IL MIGRANTE DALLA PELLE CHIARA
IL MIGRANTE CHE VIVE NEL ROYA
IL MIGRANTE CHE DORME NEL ROYA"

così e la vita di un migrante
così la vita di un uomo che vive di speranza

arrivate le condanne per 17 membri della banda con pene comprese tra i 3 anni e 4 mesi fino a 17 anni di carcere con rito abbreviato, ossia con lo sconto di un terzo sulla pena.  

Le ha chieste oggi il pm della direzione distrettuale antimafia di Milano Cecilia Vassena nel processo con al centro una presunta banda di trafficanti di essere umani, guidata da tre egiziani che, agendo come dei «manager della tratta», avrebbero organizzato e gestito oltre 60 viaggi, su furgoni o in treno dalla Sicilia alla Francia, incassando fino a mille euro da ogni migrante arrivato sui barconi dall’Africa. 

fonte

Pene fino a 17 anni per i “manager della tratta” tra l'Italia e la Francia ...




e che devo dire magari in questo momento...  pure ora ore 19.50 di lunedi 13...magari i migranti pagano per entrare... e spero la polizia indaghi e indaghi ... e la gente veda e fermi questa tratta.. assurda...


cmq a duman... e forza AZZURRI... SPERIAMO BIN...il calcio come lo sport è veicolo di pace



oggi 14 novembre l'italia a perso peccato uff

e c'è molto vento qui ad imperia ed immagino il vento a ventimiglia... immagino il vivere vicino.. al roya... o dentro il roya è pesante... per i migranti.. e ascoltando il sindaco di ventimiglia... mi chiedo e mi ripeto il perchè... non capisce i migranti... una città di confine dovrebbe... capire il tutto..
speriamo capisca e che fermi i passeur... e chi tratta per le donne.. chi le fà diventare prostitute...




Migrazioni e accoglienza #2 - I rifugiati nel mondo



ROMA - Un duro attacco alla politica europea 

e soprattutto italiana sui migranti arriva oggi 

dall'Onu. L'Alto commissario per i diritti umani,

 il principe giordano Zeid Raad al-Hussein ha 

definito "disumana" la collaborazione tra 

Unione europea e la Libia per la gestione dei 

flussi migratori dall'Africa.

"La politica dell'Unione Europea di assistere la 

guardia costiera libica nell'intercettare e 

respingere i migranti nel mediterraneo è 

disumana" sono le parole usate dal 

funzionario 

dell'Onu.

"La sofferenza dei migranti detenuti in Libia è

 un oltraggio alla coscienza dell'umanità", ha 


continuato il principe



in una nota. Non è la prima volta che l'Onu si 

pronuncia sul modo in cui la Libia tratta le 

persone che cercano di imbarcarsi verso

 l'Europa, denunciando soprattutto le 

situazioni 

inaccettabili in cui i migranti vengono

 trattenuti 

nel Paese nordafricano.




" parole importanti PESANTI... ma solo parole da parte del onu ... solo parole... e servono fatti.. serve che l'onu faccia realmente qualcosa... se no i populismi aumentano... si informi la gente.. anche di ventimiglia.. anche gli stessi delle giachette.. stanchi... e manipolati... dai populismi"


fonte

Dentro l'inferno libico, le immagini delle prigioni dove i migranti vengono torturati e uccisi


son 50 lager a cielo aperto in libia.. che l'europa  ... non taccia.. su queste cose che la gente di ventimiglia... veda... ascolti i migranti... per ascoltare i migranti è importante..


Migranti, un testimone del naufragio del 6 novembre Libici ... - Fanpage



Un fotografo freelance che si trovava il 6 novembre a bordo della Sea Watch, l’Ong che ha prestato soccorso in acque internazionali a un barcone di migranti in avaria, ci ha raccontato come è andata: la motovedetta libica, arrivata sul luogo dell’incidente in mare poco prima, ha tentato di allontanare la barca dell’Ong con la violenza, mentre un elicottero italiano della Marina militare chiedeva espressamente ai libici di intervenire.

continua su: https://www.fanpage.it/migranti-un-testimone-del-naufragio-del-6-novembre-libici-minacciavano-la-nave-dell-ong/
http://www.fanpage.it/



" questo succede nei mari... questo i media tacciono .. o ne parlano sempre meno...  e questo è importante.. che venga letto.... "






fare assomigliare la tua vita ai desideri...


aiutare il migrante a migrare... 


essere uomini liberi...

d'amare e rispettare il prossimo 

un altra poesia va

"le rotte del destino... le rotte dalla poverta assoluta.. allo sviluppo occidentale... il tratto dei tratti... di un colore diverso dal mio.... / le rotte del destino tra imperia e ventimiglia... viaggi da motorino... / le rotte tra i binari... di notte ... le rotte di notte tra i monti... tra le autostrade... / le rotte della libertà che si assapora/ "

e dire con forza no allo schiavismo.... 





e pace in siria... non c'è peggior silenzio..... del silenzio del europa sulla siria... sulla libia... 

LIBIA, SIRIA, ITALIA E LA SCHIAVITU' DEI GOYIM - Joe Fallisi

non peggior silenzio della gente occidentale...
non ci si deve abituare .. al silenzio... a fare vincere i populismi... e oggi col vento imperiese... il mio silenzio non è più tale...


Libia migranti venduti all'asta come schiavi: video - Corriere.it



BRUXELLES L’organizzazione delle Nazioni 

Unite mette sotto accusa l’Unione Europea e 

l’Italia, che hanno frenato gli arrivi di immigrati in 

Europa finanziando le autorità della Libia per 

bloccarli o riaccettarli sul suo territorio. La dura 

denuncia dell’Alto commissario Onu per i diritti 

umani, il giordano Zeid Raad Al Hussein, sui 

«terrificanti» campi di detenzione per migranti in 

Libia è stata ulteriormente drammatizzata da un 

video-choc diffuso dalla tv Usa Cnn su migranti

 venduti all’asta come schiavi in Libia. Al punto 

che la Commissione europea ha chiesto la chiusura 

di queste prigioni e il presidente

 dell’Europarlamento Antonio Tajani ha annunciato

 per oggi la costituzione di una delegazione di 

eurodeputati da inviare in Libia per verificare le 

violazioni dei diritti umani.


"violazioni in europa... basti vedere le prostitute... basti vedere .. i passeur... quanto guadagnano... NON SIATE CIECHI... perchè gli umani son importanti... perchè i loro occhi son importanti..."


Nessun commento: