mercoledì, ottobre 29, 2014

spetta che distinguo.. italiani da stranieri spetta spettta lol imperia città strana/IMPERIA. CIRCA 3000 EURO PER GLI INTERVENTI URGENTI DI MANUTENZIONE PER LA SICUREZZA NELLA PALESTRA MAGGI/ I DETTAGLI

e mentre oggi sbatto le olive... e oggi si raccoglie cibo per gli italiani ad imperia.. gli stranieri... nu nu.... distinguo italiani da non...?  no non credo... e spero che ci lo fà ... sappia che pure gli stranieri son poveri...e c'è ne tanti... tanti... chi raccoglie da magna solo per gli italiani... lo faccia anche per gli stranieri... perchè un giorno questi stranieri... aiuteranno noi italiani...  dunque aiutare è giusto ma senza distinzione ne di colore ne di religione...

si distingua..... ??? ma anche no .... e spero che questo tipo di razzismo sia evidenziato...... imperia città accogliente e tollerante... è ed resta medaglia d'oro alla resistenza ....  da magna a tutti tutti.... personalmente il razzismo nun lo tollero.... ogni uomo deve essere aiutato non solo gli italiani siamo tutti in questo pianeta... per me non esistono uomini di serie b.... 


esistono uomini e oltre altri italiani.... anche gli stranieri fuggono dal loro paese per cercare... fortuna.... altrove....

la mia risposta è pari dignità a tutti e da magna per tutti tutti...

in questa terra...  a tutti... 







palestra maggi super.... da rinnovare e aggiustare sempre sempre .......  daje save maggi una palestra che a dato molto e molto darà ancora 






IMPERIA. CIRCA 3000 EURO PER GLI INTERVENTI ...




fonte

CAFFEINA




cmq bravi i 5 stelle a reggio dal 25% al 2 % che tonfo.... lonfo 


si torna sbattere le olive.... va 



TA DA! on tour questo fine settimana:-31 ottobre Festa di Halloween a Diano Castello-1 novembre alla Talpa e l'Orologio-grande serata live con VALERIAN SWING e URAGANO a partire dalle h 23-2 novembre lungomare di Arma di Taggia davanti al Tre Alberi-bancarelle e attrazioni per grandi e piccini



fonte




daje talpun daje daje


dimenticavo la mafia aveva moralità  mi si dica quando......


STRUTTURE E REGOLE DI "COSA NOSTRA"

I) Il primo mafioso pentito che parlò dell'organizzazione della mafia, nel '73, è stato Leonardo Vitale, che però venne considerato pazzo, nonostante le molte piste che fornì ai giudici. Molti criminali da lui accusati furono prosciolti. Solo lui fu condannato. Appena uscito dal carcere, dopo aver scontato la pena, nell'84, fu assassinato a colpi di pistola mentre tornava a casa dalla messa domenicale.



STRUTTURE E REGOLE DI "COSA NOSTRA" - Homolaicus


www.homolaicus.com/storia/contemporanea/mafia.htm


e la prima vittima risale... asp asp.....



  • Giovanni Corrao (3 agosto 1863). (così alla voce Giovanni Corrao: probabilmente non fu la mafia a uccidere Corrao, con cui si suppone fosse in buoni rapporti e con l'ausilio della quale stava organizzando un'insurrezione contro il neonato Regno d'Italia).



fonte

Risultati di ricerca





  1. azz mi si dica quando la finanza cambio la mafia .... su su grlllo ..... penso che ogni vittima di mafia si deve sentire offeso dalle parole del signore grillo..... cirillo..... che fà i minestroni per guadagnare solo voti su voti e bon ....



  2. movida  

  3. sanguesangue di un operaio di ternisangue di un clandestinosangue di operai agnesi che lottano
    sangue di sanguepaure di diversi e cibi per soli italiani"
    fonte


  4. Imperia notizie " chiappet e satir

  5. e

  6. 29/10/2014 - Guido Guglielmi
  7. sangue

domenica, ottobre 26, 2014

Allarme lanciato da Caramagna “L’asilo Anselmi rischia di chiudere”/

e mentre l'agnesi  continua la protesta   MITI  MITI +


IMPERIA – CONTINUA LA PROTESTA DEI LAVORATORI ...


 ALTRO CHE I FORCONI CHE DOPO SOLI 3 GIORNI HAN SMESSO .... E c'è chi dis che han movimento imperia ahaha vabbè e mentre il sole splende su imperia city.....



Allarme lanciato da Caramagna
“L’asilo Anselmi rischia di chiudere”


Contributi statali praticamente dimezzati nel corso degli anni, iscrizioni in calo anche a causa della crisi che costringe tante famiglie a ridurre i costi. È per queste ragioni che l’asilo nido della Fondazione Anselmi, a Caramagna, un’eccellenza della vallata, rischia di chiudere. Per sconforto ma anche per lanciare un segnale forte, il presidente del Cda Vincenzo Massabò e due consiglieri, il combattivo Vittorio Chisci e Pierluca Paoli, si sono dimessi. La palla passa ora al sindaco Capacci, che dovrà nominare i sostituti. Il Comune di Imperia è proprietario dei muri e nomina due dei cinque componenti del Consiglio di amministrazione, che prevede due esponenti della famiglia Anselmi, il parroco di Caramagna, mentre il quinto componente è espressione della volontà del Provveditorato agli studi. La situazione dal punto di vista finanziario si è andata col tempo deteriorando. «Il Consiglio ha deciso di ridurre i costi dovuti per il personale, passando le dipendenti da tempo pieno a tempo parziale, ma la misura è insufficiente», spiega l’ex presidente Massabò, che si dice «costernato e rattristato». L’asilo è un fiore all’occhiello: vi lavorano tre maestre apprezzate e una cuoca che insegna ai bambini a scegliere i prodotti a chilometro zero. «Se l’asilo chiude ci rimetterà un’intera vallata», sostiene Chisci. «L’asilo gravita su Massabovi, Caramagnetta, Montegrazie, Moltedo e Cantalupo». Si diceva un calo nelle iscrizioni: 2 al nido mentre quelle alla materna sono passate da 30 a 20.  

speriamo di noun paese senza asilo è brutto assai.......save asilo anselmi..... 

save save






nun si molli l'istruizione è importante assai




venerdì, ottobre 24, 2014

agnesi la fiaccolata ieri sera emozione forza agnesi imperia meridiana e terni


AUGURI MEDIA 


Ieri grande emozione per l'agnesi... si sapete quel pastificio che a 190 anni di storia ... anche se non sembra ....



dicevano 1000... ma i racconti a me mi han commosso devo dire il vero .... perchè son storie vere... oggi in radio se ne è parlato del AGNESI... COSì COME DI MERIDIANA... DI TERNI..

e di chissà quante altre realtà esistenti.... in un italia che sembra recedere....  che frana e vede scendere in piazza gente a genova

cantanti famosi.... e non
si ho voluto fare questo paragone..... mi si scusi... ma l'agnesi a me sembra dimenticata e alluvionata ....



per lo sapete questi han dimostrato che han le palle e si mi han stupido 4 giorni di sciopero...

io gli dico forza non mollate come lo dico a MERIDIANA E A TERNI...

E A RADIOTREMONDO CHE A FATTO PARLARE UNA DI IMPERIA

CHE A PARLATO DEL AGNESI IMPERIA 

Newsletter settimanale Nr. 41/2014
Twitter
Facebook
Find us on Google+
Youtube
linkedin icon

PRIMO PIANO

Velivoli
Grande traffico nelle settimane scorse nel cielo di Belgrado. Innanzitutto è comparso un drone che, trascinando una bandiera della Grande Albania, è atterrato nel bel mezzo della partita Serbia-Albania, valevole per la qualificazione ai prossimi Europei. Ne sono seguiti gravi incidenti. Le considerazioni del nostro Nicola Pedrazzi.
Non droni ma Mig veri e propri, accompagnati a terra da carri armati e altri veicoli corazzati quelli sfilati a Belgrado lo scorso 16 ottobre. Una parata militare in grande stile: sul palco, oltre ai principali politici e funzionari serbi, anche il presidente russo Vladimir Putin. Ma a che pro in un paese coinvolto gravemente nei conflitti che hanno insanguinato la regione negli anni '90? Un'analisi di Dragan Janijć.
In settimana poi un ritratto di Milan Bandić, il sindaco di Zagabria arrestato domenica scorsa e accusato di numerose e gravi malversazioni; un reportage dalla Transnistria, piena di timori per il conflitto in Ucraina; infine due interviste, una a Berislav Blagojević, classe 1979, una delle voci più brillanti e poliedriche della nuova letteratura bosniaco erzegovese, l'altra alla giornalista Zrinka Vrabec Mojzeš, attualmente consulente del presidente croato Ivo Josipović.

Bloc-notes: Voto in Ucraina.
Da non perdere! Alla fiera Fa' la cosa giusta a Trento il 25 ottobre Marzia Bona e Marco Abram di OBC presentano la ricerca "Cercavamo la pace". A "Cercavamo la pace" verrà poi dedicato un convegno il prossimo 14 novembre.

MULTIMEDIA

Giornaliste coraggiose: premiata Brankica Stanković

Giornaliste coraggiose: premiata Brankica Stanković
In "Panama" di Radio Popolare Luka Zanoni, direttore di testata di Osservatorio Balcani e  Caucaso, parla dell'assegnazione del premio Seemo-Cei a Brankica Stanković. La trasmissione è parte di "Safety Net", progetto dedicato alla libertà di stampa in Italia, sud-est Europa e Turchia di cui Radio Popolare è media partner e promosso da OBC (17 ottobre 2014)

NOTIZIE

Skopje Media Forum: le relazioni pericolose

Svetla Dimitrova Il South-East Europe Media Forum ha riunito a Skopje giornalisti e organizzazioni in difesa della libertà di informazione da tutta Europa. La giornalista croata Zrinka Vrabec Mojzeš ha parlato delle relazioni pericolose tra media e potere, e della necessità di adottare una legislazione sui media al livello europeo. Intervista

La Transnistria in ostaggio della guerra in Ucraina

Jean-Arnault Dérens, Laurent Geslin Mentre domenica i cittadini ucraini andranno alle urne e nel Donbass proseguono gli scontri tra forze governative e separatisti filo-russi è l'inquietudine a dominare in Transnistria. Si teme la destabilizzazione della regione mentre l'economia locale soffre della chiusura delle frontiere

Milan Bandić, di scandalo in scandalo

Drago Hedl È sicuramente uno dei politici croati più influenti. E dopo l’ex premier Ivo Sanader, il sindaco di Zagabria è il più potente mai messo agli arresti.  Ma che questo rappresenti la fine della sua carriera politica è tutto da dimostrare, come insegna la sua biografia

Serbia-Albania: calcio e nazione, oppio dei popoli

Nicola Pedrazzi
Che fosse una "partita a rischio", lo sapevano tutti. Ma l'epilogo di questo attesissimo match è andato oltre le soglie della fantasia. Forse perché il calcio ha lasciato il campo al vero oppio dei popoli: la nazione

Più calmo dell'acqua

Giuliano Geri Berislav Blagojević, classe 1979, è una delle voci più brillanti e poliedriche della nuova letteratura bosniaco erzegovese. E' l'autore di Tiši od vode [Più calmo dell’acqua, 2013], un requiem sulla guerra privo di ogni schermo ideologico sulle perduranti contraddizioni del dopoguerra. Intervista

Progress report sul Kosovo: nessuna responsabilità, nessun futuro

Andrea Lorenzo Capussela Il recente progress report della Commissione UE è fortemente critico rispetto ai progressi fatti dal Kosovo in chiave di giustizia. Ma allora perché la missione Eulex non ha più un ruolo guida nella giustizia kosovara? Un commento di Andrea Capussela

L'autunno russo della Serbia

Dragan Janjić La visita del presidente russo Vladimir Putin a Belgrado, il 16 ottobre scorso, ha fatto molto discutere. Sia per l’imponente parata militare organizzata in suo onore sia per la possibilità che, nel lungo periodo, tale visita possa portare più danni che vantaggi alla Serbia

Kosovo: è stallo

Violeta Hyseni Kelmendi Dopo cinque mesi di stallo, il Kosovo è ancora senza governo, ostaggio dello scontro frontale tra il Partito democratico e l'opposizione riunita in una nuova coalizione. Una situazione gravida di rischi, anche per l'economia

La cotogna di Tamnava

Damiano Spacone Una tappa di un viaggio in Serbia, dalle miniere all'aria aperta di Tamnava alle viuzze di Valjevo. Sullo sfondo alberi di mele cotogne, la tragedia degli anni '90 e il dramma alluvioni

Croazia: il governo rischia sul referendum autostrade

Giovanni Vale In pochi giorni ha raccolto migliaia di firme. E' il referendum per bloccare la concessione a privati delle autostrade croate. Ancora una volta un esecutivo in Croazia è messo alle strette da un'iniziativa referendaria

Lavoratori albanesi in Italia, quale previdenza?

Shqiponja Dosti Tra Italia e Albania non vi è alcuna convenzione bilaterale in materia di previdenza. Eppure la comunità albanese in Italia è sempre più radicata e contribuisce notevolmente al sistema-paese. Un'analisi

APPUNTAMENTI

Il muro nel cuore

Mostra multimediale sugli oggetti della vita quotidiana in uso nel periodo 1945-1989 in quella parte di Europa da cui in tempi recenti sono arrivati tanti concittadini, i paesi del patto di Varsavia e dell'Unione Sovietica, ma anche l'area balcanica e l'Albania. Appuntamento nell'ambito delle iniziative che ricordano i venticinque anni dalla caduta del Muro di Berlino
Fino al 23 novembre 2014
TRENTO

OBC a Fa' la cosa giusta!

Osservatorio Balcani e Caucaso presenta il progetto "Cercavamo la Pace. La solidarietà della società civile con i Balcani" in un seminario nel corso della fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili "Fa' la cosa giusta! - Trento"
25 ottobre 2014
TRENTO

The Memory of the First World War in Serbia

Intervento di Dubravka Stojanović, professoressa alla Facoltà di Filosofia dell'Università di Belgrado, nell'ambito delle iniziative organizzate per inaugurare il nuovo anno accademico della Johns Hopkins University - SAIS Europe
27 ottobre 2014
BOLOGNA

L’alter ego di Vittoria Aganoor: l’identità armena della poetessa

Secondo appuntamento del ciclo di incontri "Armenia: una civiltà di frontiera"
28 ottobre 2014
VENEZIA

OPPORTUNITÁ

Winter School on Federalism and Governance
La Winter School è un progetto comune dell'Istituto per lo studio del federalismo e del regionalismo all'Accademia Europea di Bolzano (EURAC), della Facoltà di giurisprudenza e della Facoltà di scienze politiche e di sociologia dell'Università di Innsbruck e si svolge sotto il patrocinio del Segretario generale del Consiglio d'Europa. Il progetto mira ad approfondire ad alto livello le tendenze più attuali dei processi federali e di multi-level governance, servendosi in particolare della comparazione giuridica e del metodo della scienza politica. Inoltre, accanto all'approccio interdisciplinare viene data molta importanza all'equilibrio tra teoria e prassi. Si rivolge in primo luogo a studenti, dottorandi e ricercatori di discipline giuridiche e politiche e ad amministratori delle istituzioni locali, regionali, nazionali, sovranazionali e transnazionali. Il corso è articolato in un programma di due settimane, dal 2 al 13 febbraio 2015, una presso l'Università di Innsbruck e una presso l'Accademia Europea di Bolzano. La lingua di lavoro è l'inglese. Il termine per iscriversi alla prossima edizione, che avrà come focus il rapporto tra federalismo e partecipazione democratica, è fissato al 26 ottobre 2014. Info: EURAC | 0471 055200 | winterschool@eurac.edu


mercoledì, ottobre 22, 2014

IMPERIA tempi passati e sveglie moderne / IMPERIA. VERTENZA AGNESI, ARRIVA IL SEGRETARIO GENERALE DELLA CGIL SUSANNA CAMUSSO. ALLE 14.30 DAVANTI ALLO STABILIMENTO



Imperia notizie " chiappet e satir


in attesa del ritorno della talpa e l'orologio su fb...

e un daje grida forte ancu.... mentre l'agnesi ancora è in sciopero secondo giorno
il futuro? per ora non si sa... tra solidarietà del pd imperiese e di altre forze

ma l'agnesi vuole essere salvata non parole... o solidarietà


IMPERIA. VERTENZA AGNESI, ARRIVA IL SEGRETARIO GENERALE DELLA CGIL SUSANNA CAMUSSO. ALLE 14.30 DAVANTI ALLO STABILIMENTO
mperia. Questo pomeriggio, intorno alle 14.30 il segretario generale della CGIL Susanna Camusso, arriverà ad Imperia per dimostrare solidarietà ai lavoratori dell’Agnesi che stanno protestando contro la chiusura dello stabilimento.  Il segretario, in questo momento, si trova a Genova per il comitato direttivo della CGIL in vista della manifestazione che si terrà a Roma sabato 25 ottobre.
La linea di protesta, iniziata ieri, è quella dura dello sciopero che durerà fino a sabato 25 ottobre alle ore 6 nella speranza di suscitare qualche reazione da parte di Angelo Colussi, proprietario dello stabilimento.


che dire il sindacato c'è e c'è tutto....

ma forse è ora che si continui e mentre sciaboletta oggi era processo


forse il futuro è un giovedi di fiaccolata


un presente


di agnesi in sciopero
un presente che grida occupazione per i giovani.... anche chi non riesce a trovar lavoro....
SAVE AGNESI E UN SAVE IL FUTURO GIOVANILE CHE A VOLTE VIVE DI PASSATO

IN PIAZZA STUDENTI IN PIAZZA STUDENTI IMPERIESI 




cmq movida dajeeeeeee




DAJEEEEEEE



     Giovedi' 23 ottobre
alle 20.30
ricca cena a 10 euro, prenotare al 3293127202
dalle 22.00
Tommaso Motteran LIVE, giovane virtuoso chitarrista imperiese

     Venerdi' 24 ottobre
alle 20.30
Cena
alle 22.30
Concerto con
GOLDEN SHOWER  Punk'n'roll da Montecatini
facebook.com/goldenshower.porkysbros
LE CAROGNE Garage Punk'n'roll da imperia
facebook.com/pages/Le-Carogne/219093244773958?fref=ts
INGRESSO 3 euro

     Sabato 25 ottobre
alle ore 20.00
Cena (prenotare al 329 3127202)
alle ore 21.00
Serata laica con Mirko Melis responsabile UAAR Genova (Unione Agnostici Razionalisti)
Liberi di non credere, liberi di non pagare per le superstizioni altrui, liberi di pensare, liberi di avere tutti gli stessi diritti, liberi di decidere per la propria esistenza......
Perche' rivendicare diritti ovvii in uno Stato poco ovvio.
La serata sara' intervallata dalla lettura a cura dell'Associazione Teatrale "L'Attrito"

     Domenica 26 ottobre
alle ore 18.30
FACCE DA CLAUN  Mostra fotografica di Alessandra Acquaviva
con l'animazione dei veri Claun da Corsia
Con la mostra vorrei far conoscere la figura del claun di corsia fuori dalle corsie…volutamente senza foto di ospedali, bambini ed anziani, perché in quei momenti succede una magia, si crea una fragile unione di cuori, sorrisi a volte accennati, a volte grasse risate, e delle volte anche dei pIccoli e grandi rifiuti..
facebook.com/events/1542122132685482/?ref=23
alle  22.00
Concerdo dei
GHOST ON TAPE (punk-rock dalla francia)
e dei COCKS (punk rock genova)


    













domenica, ottobre 19, 2014

IMPERIA. CENTRO PROFUGHI A SAN LAZZARO. CAPACCI: “DELUSO DA COMMENTI SU FACEBOOK. ANCHE ITALIANI FURONO MIGRANTI”/



Il Sindaco di Imperia Carlo Capacci, nel corso della conferenza stampa convocata per fare chiarezza in merito alla notizia relativa all’allestimento di un centro di smistamento profughi presso il campetto di San Lazzaro,non ha nascosto la sua delusione per i commenti su facebook. Capacci non ha risparmiato neanche un frecciatina a Barbara Ghilardi, moglie di Lucia Carli, creatrice del gruppo “No al centro accoglienza S.Lazzaro”.

IMPERIA. CENTRO PROFUGHI A SAN LAZZARO ...

che commentare..... bho quando non si conosce una cosa ci si spaventa.... chi vivrà vedrà e spero dopo arrivino le scuse..... mai giocare sulla pelle di altri mai mai...

la psicosi sul immigrato che tristezza..... 

noi siamo uomini dappertutto
noi siamo uguali ovunque e sempre
noi siamo sempre di carne 


La prossima settimana a Fahrenheit
Lunedì 20 ottobre
Con un'intervista a Franco Lorenzoni, capiremo come I bambini pensano in grande, Sellerio e il Libro del giorno sarà: Corrado Augias, Il lato oscuro del cuore, Einaudi
Martedì 21
Con Edoardo Albinati, parleremo di otto lezioni sulla materia della scrittura: Oro colato, Fandango, e nello spazio del Libro del giorno: Mario Desiati, Mare di zucchero, Mondadori
Mercoledì 22
Con Pietro Montani, Tecnologie della sensibilità, Raffaello Cortina, una lettura filosofica delle implicazioni dell'uso della nuova tecnologia, e il Libro del giorno sarà: Sandro Veronesi, Terre rare, Bompiani
Giovedì 23
Ci sarà un'intervista a Francesco Viviano, giornalista cresciuto con i mafiosi, Io killer mancato, Chiarelettere e il Libro del giorno sarà: Dimentica il mio nome, Bao, l'ultimo lavoro di Zerocalcare. 
Venerdì 24
Isabella Zanni Rosiello, ci racconterà chi sono I Don Chisciotte del tavolino, Viella.

Buon ascolto!!

fonte


In breve

I meccanismi sociali, politici e cognitivi che fanno dell'immigrato ''il'' nemico pubblico della società contemporanea, in una fase come quella attuale contrassegnata dalle dinamiche della globalizzazione.

Il libro

Mentre le cronache registrano quotidianamente la morte in mare di decine di "clandestini", gran parte dei mezzi di comunicazione di massa alimenta senza sosta il panico sull'"invasione" del nostro paese da parte di immigrati poveri provenienti dal Terzo mondo. Non si tratta in realtà di una lettura specifica dei soli media, ma di un più complessivo atteggiamento di chiusura della società italiana verso gli stranieri, trasformati in nemici sociali attraverso la doppia spirale di panico ed esclusione. Buona ultima, anche la sfera della politica non sembra essere consapevole del problema del riconoscimento dei diritti di cittadinanza ai nuovi migranti. A questi sviluppi inquietanti non è certo estranea la riscoperta della "nazione-Italia" e anche della "patria italiana", cioè di un sentimento comune su cui si fonderebbe l'appartenenza nazionale. Non solo questa rivendicazione appare particolarmente debole, ma essa coincide con un processo di inferiorizzazione delle altre società - i paesi più poveri, le regioni arretrate dell'Italia stessa, le aree meno ricche delle regioni dominanti -, un atteggiamento mentale presente indifferentemente a destra come a sinistra. Nel descrivere gli umori più profondi della società italiana l'autore - tra i più importanti sociologi italiani - si schiera in modo deciso, in un libro polemico, documentato e destinato a far discutere, perché in gioco sono i lineamenti fondamentali della convivenza civile e i contenuti più profondi su cui si regge la nostra democrazia.
" chissà i razzismi ci son esistono... e i poteri forti ci marciano assai... per creare terrorismo mediatico"

sabato, ottobre 18, 2014

save agnesi/ IMPERIA. CENTRO SMISTAMENTO PROFUGHI A SAN LAZZARO. FORZA ITALIA: “VICINO A IMPIANTI SPORTIVI E PARCO URBANO, È INCONCEPIBILE!”


forza agnesi forza 

salvare l'agnesi si deve.... 



per me alternative e vedere 200 famiglie che lavorano in nero ho fan i barboni come un operaio agnesi a detto



quindi save agnesi save





perchè è un pezzo importante di imperia









IMPERIA. CENTRO SMISTAMENTO PROFUGHI A SAN LAZZARO. FORZA ITALIA: “VICINO A IMPIANTI SPORTIVI E PARCO URBANO, È INCONCEPIBILE!”


Premettiamo che siamo per la solidarietà verso chi soffre e per aiutare le persone bisognose, siano esse italiane e non, non siamo, inoltre, per demagogiche speculazioni ma, riteniamo sbagliato ed inconcepibile un centro di smistamento per extracomunitari nell’ex campo di calcio di San Lazzaro, situato nel centro cittadino, a pochi metri dai diversi impianti sportivi di eccellenza della città, come il tennis San Lazzaro, il Palazzetto dello Sport, la Piscina Comunale e di fronte al nuovo Porto Turistico e a pochi passi dal Parco Urbano, frequentato da famiglie e bambini.





che dire solidarietà e se li avessero messi da un altra parte la scusa sarebbe pronta 


SOLIDARIETà SEMPRE 



Collegamento permanente dell'immagine integrata


«Si ipotizza che i video siano stati girati in studio» Carlo Freccero su Isis e comunicazione

chissà chissà

La Prefettura di Imperia (rappresentante dello Stato sul territorio) ha richiesto al Comune di Imperia l’individuazione di un sito sul quale realizzare un Centro di Smistamento per immigrati.
Il Comune di Imperia, in accordo con Prefettura, Questura, ASL ha individuato nel ex campetto di calcio abbandonato di San Lazzaro la sede temporanea per la realizzazione di tale struttura.
Capisco perfettamente che questa decisione possa destare polemiche, pertanto ritengo opportuno chiarire esattamente di cosa stiamo parlando. Il numero di immigrati previsti è pari a 10 / 20 persone ogni 15 giorni così come stabilito dal piano nazionale di distribuzione.
Lo scopo della struttura è quello di procedere alla registrazione delle persone, al fotosegnalamento e ad una serie di controlli sanitari (il quarto dal loro ingresso in Italia). Tale processo avrà una durata stimata di circa 3 ore dopodichè le persone saranno avviate presso associazioni del Terzo Settore (cooperative sociali) che provvederanno al loro temporaneo alloggiamento e sostentamento.
Tutte queste fasi saranno effettuate sotto la Direzione e Controllo della Prefettura di Imperia mediante l’ ausilio di personale di Polizia e ASL.
La collocazione del sito è temporanea ed è stata individuata per gestire un emergenza che si ritiene durerà alcuni mesi.
Nei prossimi giorni sarà firmato un protocollo di intesa con la Prefettura di Imperia a mezzo del quale verrà regolamentato l’utilizzo temporaneo del campetto, luogo sul quale l’ Amministrazione Comunale ha in corso alcuni progetti e pertanto dovrà essere restituito entro alcuni mesi.
Ricordo a chi sta già cavalcando l’ onda della protesta, strumentalizzando una decisione che deriva da una precisa direttiva dello Stato, che stiamo comunque parlando di esseri umani, non di pacchi postali, per i quali non c’è nulla da temere in materia di salute pubblica. A tale proposito sarò presente al primo arrivo, al momento non ancora previsto
Concludo confermando la mia assoluta fermezza nel difendere la salute dei cittadini imperiesi e per questo motivo controllerò costantemente l' evolversi della situazione.


dal fb di carlo capacci


che commentare si fà solo allarmismo.... e bon..... perchè l'accoglienza ci deve essere la tolleranza idem.....  siamo umani non bestie 


cmq sempre forza genova




forza forza 





oggi

martedì, ottobre 14, 2014

Imperia: spariscono alcuni macchinari dalla Sairo. La scoperta di una studentessa e un membro della Sovrintendenza di Genova/

fonte 





Foto: Il derby più bello si gioca tutti uniti per liberare Genova dal fango. #ForzaGenova #IlCalcioèDiChiLoAma Genoa CFC U.C. Sampdoria

lo sport unisce   ....

fonte


Serie A TIM


I due, nei giorni scorsi, avevano chiesto al Comune l'autorizzazione per visitare lo stabilimento, considerato bene archeologico, in quanto la ragazza è in procinto di presentare una tesi universitaria sulle raffinerie, ma una volta dentro, ha constatato con sorpresa che i macchinari non c'erano più



che fine han fatto?

spero si indaghi presto...... ma sopratutto si cerchino i colpevoli .... ora adesso




forza ZENA ANCORA DAJE FORZA FORZA RIALZATI ZENA....

ARCI FUORI ORARIO 


Ritornano a trovarci gli amici ASILO REPUBLIC, con le canzoni di Vasco!!

Ore 20,00 Apertura Circolo


Area TRENI - Ore 22.30
ASILO REPUBLIC Tributo Vasco Rossi
GLI "ASILO REPUBLIC" SONO:
GIANLUCA "JO-JO" GIOLO (voce)
GIORGIO "GERONIMO" BEI (chitarra)
GABRIELE "STRAPPACOLLANT" MELEGA (tastiere e cori)
ANDREA "TONE" ANNARATONE (basso) - DANIELE "MR.FOX" LIONZO (batteria)

Area Spettacoli: Dj TANO "Rock e dintorni"
Area Binari: Dj PUCCIONE "Made in Salento"
Area Stazione: PUB "Funky & Rock"

In passerella: da definire

Ingresso con Consumazione inclusa € 12







Grandissimo ritorno di Gigi D'Agostino sul palco del Fuori Orario!!!

Ore 20,00 APERTURA CIRCOLO

Area STAZIONE - Ore 21.00
Accompagnamento musicale con NOEMI e LUCA

Area TRENI - Ore 22.30
GIGI D'AGOSTINO

PREVENDITE ATTIVE:
TICKET ONE / PREVENDITE ESTERNE (vedi elenco sul sito) / FUORI ORARIO

Area Spettacoli: Dj-Set GIGI D'AGOSTINO
Area Binari: Musica by GIGI D'AGOSTINO
Area Stazione: Musica by GIGI D'AGOSTINO

In passerella: da definire

Prenotazioni disponibili su www.arcifuori.it - Prenota un biglietto

Prezzo CONCERTO/SPETTACOLO: 15
Chi non è interessato allo spettacolo può accedere alle altre aree del circolo senza fare il biglietto, Ingresso € 12 con consumazione inclusa (fare presente alla cassa che non si è interessati allo spettacolo a pagamento)
Ovvio che coloro che pagano il biglietto posso accedere invece a tutte le aree (non è che dopo debbano fare anche l'obbligo di consumazione!)



      



CMQ SAVE AGNESI






miti