domenica, novembre 19, 2017

ventimiglia migranti .../Ventimiglia: situazione migranti e lettere minatorie al Sindaco Enrico Ioculano, cosa ne pensano i cittadini?/Codigoro, consigliere choc. "Pulizia nelle aule dei migranti"

ventimiglia migranti ..

e che devo dire domenica mattina  e ci si sveglia pensando ai migranti.. al indifferenza di molti abitanti...



ma indifferenza crea solo  razzismo.... e scansare il migrante

e dire che c'è un emergenza... e dire che chi aiuta i migranti... devono pensare prima agli italiani


come se non sapessi la povertà.. degli italiani... ma i migranti han coraggio.. molto coraggio affrontano il mare.. e la terra... per la loro libertà...per scappare da guerre e da povertà... se potessero rimarebbero nei paesi di origine.. ma non possono... quando vado a ventimiglia... vedo dove vivono molti dentro il roya.... e mi domando quanto soffrano di notte.. e di giorno.... spesso me lo domando...


e la gente parla .... i cittidani.. parlano.... ascoltate ... il vedete il video....   perchè e importante..... ora che i cittadini .... parlino...



E’ di poche settimane fa la notizia di alcune lettere minatorie ricevute dal Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano. Le minacce di morte rivolte a lui e alla sua famiglia sono arrivate tra fine maggio e il 2 novembre, quando il primo cittadino ha deciso di rendere pubblico quanto stesse accadendo. Oltre alle lettere è arrivato anche un pacco, che inizialmente sembrava un regalo, contenente alcuni libri di impronta fascista nei quali si invoca la pulizia etnica. 

fonte




" chi lo sa chi sia.... chi lo io so che ioculano dovrebbe avere le palle e parlare con la francia e fare entrare tutti i migranti.. io so che se son i migranti e perchè non vogliono andare .. al centro roya... ma io so che eufemia fà un bel lavoro come il bar hobbit... sulle minaccie... che devo dire... minacciare è sempre brutto.. subire minaccie e sempre brutto.. ne so qualcosa... spero la polizia indaghi... come spero i migranti migrino"



Kaba viene dalla Guinea ed è riconosciuto anche dagli altri migranti come il leader e delegato a parlare con i media e con le forze dell'ordine. Kaba e gli altri sono seguiti dal sindacato di base USB, al microfono di Codevigo Azzurra dice che «il motivo dell'agitazione è molto semplice: siamo dei richiedenti asilo in marcia 

"e protestano i migranti... e nel video molti non si van vedere in volto per non essere identificati"

Marcello Guidi: "Nessun razzismo, ma evitiamo promiscuità con gli alunni", e il sindaco Zanardi prende tempo: "Stiamo valutando la situazione"

fonte


" nessun razzismo.... son solo diversi.."

mercoledì, novembre 15, 2017

ventimiglia e silenzi.... /Libia, Giudetti (Sea Watch): "Ho visto le violenze sui migranti in mare e non posso tacere"/ Ventimiglia, dove i confini si moltiplicano. Intervista a Alessandra Governa, area legale Eufemia Info Point/Sanremo, 32enne condannato a 5 anni di carcere per aver trasportato clandestini in Francia/





e la talpa e l'orologio di imperia  il 4 settembre 2017


e forza il 1 dicembre tutti con rossella dominici.  forza forza... tutti tutti per inf.. talpa e orologio che molti processi a carico ... basta silenzio ... basta silenzio ventimiglia e silenzi 



TORTURE .. IN LIBIA 


ventimiglia e silenzi....


"quei silenzi... di cui non si deve più parlare... quel vento di cui il silenzio ne padrone.... e si dicono no sgomberi... no deportazioni.... in questi giorni leggo.. ma forse... si deve aiutare... il bar hobbit... ed eufemia... info point...   

quei silenzi su come vivono i migranti eufemia sa chiedete a loro il bar hobbit sa ... andate da delia... poi lo schiavismo in libia 100... 1000 compra ... comprare.... nel silenzio.. 



e mentre il silenzio avvolge i miopi che non vogliono vedere .. o chi dice che i migranti... son trattati meglio dei terromotati... e mentre il silenzio... parla sempre .. nel silenzio i migranti del roya non vivono di silenzio... vivono del nascondersi... per non finire in un centro identificativo... o in alberghi.. ove debbono restare li.. senza migrare..."


Alessandra, qual è stato il lavoro in questi mesi dell’info point legale e quante persone migranti hanno usufruito dello sportello?
Eufemia, dopo un paio di settimane di lavoro organizzativo, ha “ufficialmente” aperto i primi giorni di agosto. Fin da subito ci siamo rese conto (eh sì perché Eufemia è stata ed è in gran parte al femminile) che serviva creatività e flessibilità rispetto al progetto iniziale (presenza di avvocati e operatori legali a rotazione due giorni a settimana) per intercettare e soddisfare i bisogni che emergevano. 
Se nel periodo estivo abbiamo funzionato (apertura giornaliera pomeridiana dalle 14.00 alle 19.00) soprattutto su appuntamento grazie al lavoro di tanti volontari che muovendosi per i luoghi chiave della città (il greto del fiume, la strada dalla frontiera verso la città, la spiaggia, i parcheggi antistanti la chiesa di Sant’Antonio più conosciuta come Le Gianchette) informavano le persone della nostra esistenza, dalla seconda metà di settembre - complice la fine del periodo estivo e quindi una diminuzione drastica di presenze in loco - l’apertura è di due/tre pomeriggi a settimana e le persone che si rivolgono a noi lo fanno o per passaparola o, soprattutto, perché accedono agli altri servizi offerti dallo spazio (ricarica cellulari, distribuzione di vestiti, utilizzo di pc con connessione). Gli operatori, tutti volontari, presenti a Ventimiglia sono supportati da un nutrito gruppo di avvocati o di altri operatori legali: la difficoltà di avere qualcuno a sportello è stata superata con la tecnologia e con la costruzione di una rete di relazioni che permette la presa in carico, la consulenza, la vicinanza anche da parte di chi non può agevolmente spostarsi in Riviera.
Dall’apertura sono più di 100 le persone che si sono rivolte allo sportello e di cui sono state raccolte storie e problematiche e a cui abbiamo fornito un orientamento e un supporto il più possibile oggettivo e congruente con quanto ci veniva richiesto (in Eufemia si sperimenta l’eterna lotta tra quello che pensi sia meglio tu e quello che vuole fare la persona che hai davanti, tra quello che puoi e quello che vuoi, tra quello che vorresti e quello che sai che proprio non avverrà) e altre 50 quelle a cui, magari in modo più informale, abbiamo fornito un qualche supporto o orientamento.
La totalità delle persone che si sono rivolte a noi sono uomini, alcuni minori, la maggioranza provenienti dal Sudan anche se nell’ultimo mese la composizione geografica si è fatta decisamente più variegata. Raramente abbiamo incontrato una persona più di una volta; anche questo dato però sta diventando via via più incerto. 
Sicuramente siamo in presenza di una popolazione migrante che transita da Ventimiglia e che ha in testa o nel cuore un’altra meta, al di là del/dei confini: Francia, Germania, UK, a volte Norvegia o Danimarca.
L’orientamento prevalente a noi richiesto in questo caso è sul Trattato di Dublino e le conseguenze delle sue regole. Cosa vuol dire che mi hanno preso le impronte? Perché mi hanno fotografato? Perché non posso chiedere asilo in Francia? Ho vent’anni e mio fratello vive in UK, posso raggiungerlo? 
Un’informativa di base a persone che non vogliono stare in Italia e che spesso raccontano di non sentirsi nemmeno voluti qui. Persone che vivono la contraddizione di Dublino sulla propria pelle: l’obbligo di permanere in un paese che sempre meno nasconde l’insofferenza, per essere teneri con il clima che si respira, per la loro presenza.



fonte


Ventimiglia, dove i confini si moltiplicano. Intervista a Alessandra ...



buona visione del video 

del 

Pubblicato il 15 nov 2017






"chiedete miopi a eufemia... chiedete al bar hobbit ... quanti migranti entrano in quel bar.... che magari arrivano dalla libia o dal inferno del sahara.... o peggio dalle guerre... o magari da feroci dittature... penso che chiedere a eufemia o al bar hobbit.... sia importante... penso che i migranti che son nella stazione.. meritino di essere ascoltati "

Un 32enne tunisino, domiciliato a Sanremo, è stato condannato a 5 anni di carcere in tribunale a Nizza per aver fatto passare dall’Italia alla Francia dozzine di immigrati clandestini. E’ una delle pena più pesanti inflitte dal tribunale francese per questo tipo di reato. Secondo le indagini della Polizia di Frontiera, che indagavano su questo caso dall’aprile 2016, i migranti dovevano versare 150 euro a testa per essere trasportati da Ventimiglia a Nizza. Il tunisino residente a Sanremo è anche stato condannato a pagare 9 mila euro di multa, somma in contanti che è stata trovata in suo possesso durante una perquisizione.










" 150 euro a migrante e mi si dice che vivono bene?  PURE QUESTO è SFRUTTAMENTO... e va fermato... a tutti i costi...."






e risse da treviso.....

Moria, sull'isola greca di Lesbo, può accogliere 2300 persone, ma sono 5500 i rifugiati e i migranti ospitati nel campo.

Point of view

"Qui, non c'è niente: nessun spazio, nessun aiuto, nessun vestito"
 Farooq Cheema rifugiato
Un'emergenza complicata da una ripresa degli sbarchi negli primi dieci giorni di questo mese e che rende le condizioni di vita insostenibili.
Farooq ha 20 anni e viene dal Pakistan. Vive a Moria da quasi 1 anno e mezzo: "Ci sono troppe persone. Devono lasciare Lesbo, non vogliono questa vita. Per i rifugiati, qui, non c'è niente: nessun spazio, nessun aiuto, nessun vestito. Ogni notte, scoppiano degli incidenti nel campo. La polizia viene e osserva senza intervenire".
Alle spalle del campo profughi c'è "una bomba sanitaria" pronta ad esplodere. I bambini giocano in questa discarica dove nessuno si occupa della pulizia.
In un minore su 3 è stato riscontrato l'uso di droghe, ma anche comportamenti autolesionisti e inclinazioni al suicidio. 
fonte

Migranti: il campo di Lesbo al collasso



" e migranti son stipati.... e i migranti... scappano e rischiano......  da lesbo da gorizia.... ignorata dai media 
e i migranti son coraggiosi... e rischiano.. ma in libia vengono torturati... come in altri campi.. e scappano da ventimiglia.. dal brennero.... vivono nelle stazioni di milano... di genova di roma..."




NON SI DEVE TACERE SULLA LIBIA

martedì, novembre 14, 2017

ventimiglia ... la rincorsa lunga in poesia migrante/Pene fino a 17 anni per i “manager della tratta” tra l’Italia e la Francia/ Migranti, per l'Onu è "disumana" la collaborazione tra Ue e Libia

questa è gorizia... e nessuno ne parla....

su ventimiglia sempre di meno.... 




Inchiesta Nordest e migranti A Gorizia nel girone dei disperati - Avvenire



Viaggio nel capoluogo giuliano: nel cuore della città austroungarica il tunnel dell’abbandono ove approdano i rifugiati espulsi dai Paesi europei

"BASTA SILENZI"   FORZA GORIZIA


ventimiglia ... la rincorsa lunga in poesia migrante

questo blog uscirà duman... ore 11.55 oggi partita italia .. nazionale  ( lunedi 13 novembre) ma la rincorsa lunga dei migranti di ventimiglia... in poesia?




" MIGRANTE E LA TRATTA
IL MIGRANTE CHE PAGA
IL MIGRANTE E L'ILLUSIONE DI ARRIVARE IN CONFINE
IL MIGRANTE DALLA SCURA PELLE
IL MIGRANTE DALLA PELLE CHIARA
IL MIGRANTE CHE VIVE NEL ROYA
IL MIGRANTE CHE DORME NEL ROYA"

così e la vita di un migrante
così la vita di un uomo che vive di speranza

arrivate le condanne per 17 membri della banda con pene comprese tra i 3 anni e 4 mesi fino a 17 anni di carcere con rito abbreviato, ossia con lo sconto di un terzo sulla pena.  

Le ha chieste oggi il pm della direzione distrettuale antimafia di Milano Cecilia Vassena nel processo con al centro una presunta banda di trafficanti di essere umani, guidata da tre egiziani che, agendo come dei «manager della tratta», avrebbero organizzato e gestito oltre 60 viaggi, su furgoni o in treno dalla Sicilia alla Francia, incassando fino a mille euro da ogni migrante arrivato sui barconi dall’Africa. 

fonte

Pene fino a 17 anni per i “manager della tratta” tra l'Italia e la Francia ...




e che devo dire magari in questo momento...  pure ora ore 19.50 di lunedi 13...magari i migranti pagano per entrare... e spero la polizia indaghi e indaghi ... e la gente veda e fermi questa tratta.. assurda...


cmq a duman... e forza AZZURRI... SPERIAMO BIN...il calcio come lo sport è veicolo di pace



oggi 14 novembre l'italia a perso peccato uff

e c'è molto vento qui ad imperia ed immagino il vento a ventimiglia... immagino il vivere vicino.. al roya... o dentro il roya è pesante... per i migranti.. e ascoltando il sindaco di ventimiglia... mi chiedo e mi ripeto il perchè... non capisce i migranti... una città di confine dovrebbe... capire il tutto..
speriamo capisca e che fermi i passeur... e chi tratta per le donne.. chi le fà diventare prostitute...




Migrazioni e accoglienza #2 - I rifugiati nel mondo



ROMA - Un duro attacco alla politica europea 

e soprattutto italiana sui migranti arriva oggi 

dall'Onu. L'Alto commissario per i diritti umani,

 il principe giordano Zeid Raad al-Hussein ha 

definito "disumana" la collaborazione tra 

Unione europea e la Libia per la gestione dei 

flussi migratori dall'Africa.

"La politica dell'Unione Europea di assistere la 

guardia costiera libica nell'intercettare e 

respingere i migranti nel mediterraneo è 

disumana" sono le parole usate dal 

funzionario 

dell'Onu.

"La sofferenza dei migranti detenuti in Libia è

 un oltraggio alla coscienza dell'umanità", ha 


continuato il principe



in una nota. Non è la prima volta che l'Onu si 

pronuncia sul modo in cui la Libia tratta le 

persone che cercano di imbarcarsi verso

 l'Europa, denunciando soprattutto le 

situazioni 

inaccettabili in cui i migranti vengono

 trattenuti 

nel Paese nordafricano.




" parole importanti PESANTI... ma solo parole da parte del onu ... solo parole... e servono fatti.. serve che l'onu faccia realmente qualcosa... se no i populismi aumentano... si informi la gente.. anche di ventimiglia.. anche gli stessi delle giachette.. stanchi... e manipolati... dai populismi"


fonte

Dentro l'inferno libico, le immagini delle prigioni dove i migranti vengono torturati e uccisi


son 50 lager a cielo aperto in libia.. che l'europa  ... non taccia.. su queste cose che la gente di ventimiglia... veda... ascolti i migranti... per ascoltare i migranti è importante..


Migranti, un testimone del naufragio del 6 novembre Libici ... - Fanpage



Un fotografo freelance che si trovava il 6 novembre a bordo della Sea Watch, l’Ong che ha prestato soccorso in acque internazionali a un barcone di migranti in avaria, ci ha raccontato come è andata: la motovedetta libica, arrivata sul luogo dell’incidente in mare poco prima, ha tentato di allontanare la barca dell’Ong con la violenza, mentre un elicottero italiano della Marina militare chiedeva espressamente ai libici di intervenire.

continua su: https://www.fanpage.it/migranti-un-testimone-del-naufragio-del-6-novembre-libici-minacciavano-la-nave-dell-ong/
http://www.fanpage.it/



" questo succede nei mari... questo i media tacciono .. o ne parlano sempre meno...  e questo è importante.. che venga letto.... "






fare assomigliare la tua vita ai desideri...


aiutare il migrante a migrare... 


essere uomini liberi...

d'amare e rispettare il prossimo 

un altra poesia va

"le rotte del destino... le rotte dalla poverta assoluta.. allo sviluppo occidentale... il tratto dei tratti... di un colore diverso dal mio.... / le rotte del destino tra imperia e ventimiglia... viaggi da motorino... / le rotte tra i binari... di notte ... le rotte di notte tra i monti... tra le autostrade... / le rotte della libertà che si assapora/ "

e dire con forza no allo schiavismo.... 





e pace in siria... non c'è peggior silenzio..... del silenzio del europa sulla siria... sulla libia... 

LIBIA, SIRIA, ITALIA E LA SCHIAVITU' DEI GOYIM - Joe Fallisi

non peggior silenzio della gente occidentale...
non ci si deve abituare .. al silenzio... a fare vincere i populismi... e oggi col vento imperiese... il mio silenzio non è più tale...


Libia migranti venduti all'asta come schiavi: video - Corriere.it



BRUXELLES L’organizzazione delle Nazioni 

Unite mette sotto accusa l’Unione Europea e 

l’Italia, che hanno frenato gli arrivi di immigrati in 

Europa finanziando le autorità della Libia per 

bloccarli o riaccettarli sul suo territorio. La dura 

denuncia dell’Alto commissario Onu per i diritti 

umani, il giordano Zeid Raad Al Hussein, sui 

«terrificanti» campi di detenzione per migranti in 

Libia è stata ulteriormente drammatizzata da un 

video-choc diffuso dalla tv Usa Cnn su migranti

 venduti all’asta come schiavi in Libia. Al punto 

che la Commissione europea ha chiesto la chiusura 

di queste prigioni e il presidente

 dell’Europarlamento Antonio Tajani ha annunciato

 per oggi la costituzione di una delegazione di 

eurodeputati da inviare in Libia per verificare le 

violazioni dei diritti umani.


"violazioni in europa... basti vedere le prostitute... basti vedere .. i passeur... quanto guadagnano... NON SIATE CIECHI... perchè gli umani son importanti... perchè i loro occhi son importanti..."


domenica, novembre 12, 2017

ventimiglia a un passo dall #hurriya/Corteo a Ventimiglia: «Espulsione di chi non ha diritto di restare in Italia»/Grecia, 90 migranti stipati dentro un camion: arrestato l'autista

ventimiglia a un passo dall #hurriya

credo nei migranti? si... eccome se ci credo.. loro lottano per il loro #hurriya.... specialmente quelli dentro il roya...




credo fermamente nel loro #hurriya.... e son contro la tratta delle donne... e spero si indaghi ..

e girando ieri per olio e oliva.... mi sentivo un privilegiato...


quelli sotto i ponti del roya non lo sono...



e quelli che han manifestato ieri lo sanno eccome..

eppure fan finta di non sapere.... o son preocupati...

per la loro vita... e non pensano a quella dei migranti... 

o son stanchi... o son stressati... ma ripeto dovrebbero arrabbiarsi con la francia.. non con dei poveri migranti... 





Ventimiglia - «La nostra è una manifestazione pacifica di semplici cittadini senza alcuna bandiera: chiediamo maggiore tutela e l’espulsione immediata di tutti i migranti che si trovano in città e che non hanno diritto a restare in Italia»: a dichiararlo, poche ore prima della manifestazione di protesta contro il “sistema accoglienza” dei migranti a Ventimiglia, era stato il promotore dell’evento, Marco Del Signore, amministratore di Ventimiglia Libera, gruppo Facebook dedicato alla città di confine.
Alla manifestazione, che è iniziata alle 14 nel piazzale antistante il cimitero di via Tenda, da dove ha preso il via un corteo diretto verso il palazzo comunale, hanno partecipato circa 150-200 persone, accompagnate da striscioni con frasi come “Rivogliamo la nostra città”, “Ventimiglia dice basta”, “Tutti uniti per Ventimiglia” e “Ventimiglia accoglienza, no delinquenza”. Arrivati davanti al Municipio, alle proteste si è aggiunta la richiesta di dimissioni rivolta all’amministrazione guidata dal sindaco Enrico Ioculano (Pd).
Durante il corteo i manifestanti hanno chiesto a gran voce ai residenti di uscire dalle case e di unirsi alla proteste, appello rimasto però inascoltato. La manifestazione pacifica ha avutoattimi di tensione quando il corteo è sfilato davanti all’infopoint per i migranti aperto da alcune associazioni che aiutano gli stranieri a Ventimiglia: tra i manifestanti e gli attivisti c’è stato uno scambio di battute, ma la situazione è stata subito riportata alla normalità dall’intervento delle forze dell’ordine e dell’organizzazione della manifestazione, che ha invitato i presenti a proseguire la marcia verso il Comune.
Il ritrovo in via Tenda non è stato casuale: è nel piazzale adibito a parcheggio antistante il cimitero principale della città, dove da mesi, ogni sera, si riuniscono centinaia di migranti per ricevere la cena da parte di associazioni di volontariato soprattutto francesi. Al termine della manifestazione verrà letto il testo della petizione che il gruppo nato sul social networkinvierà al prefetto di Imperia, Silvana Tizzano.

fonte

«rivogliamo la città» - Corteo a Ventimiglia: «Espulsione di chi non ha ...



spero capisca chi a manifestato ieri... e dialoghi coi migranti.....  e capisca i migranti....




appoggio migranti 2017 5 novembre




"io penso che i migranti vadano aiutati.. io penso che le miopie debbano finire... e vedendo toti ieri sera .. 

a olio e oliva la domanda mi veniva spontanea.... " se siete presidente di tutti... ascoltate tutti... anche i mi
granti di moltedo...  siate presidente di tutti..." essi lo visto due volte ieri...  e magari a una famiglia .. così come il sindaco di ventimiglia e chi a manifestato ieri..... spero i migranti trovino .. il loro "hurriya"


Novanta uomini, tutti migranti, chiusi dentro il camion che stava guidando verso Atene, in Grecia. Qui il mezzo è stato fermato e l'autista - un 55enne - è stato arrestato.
Quanto ai migranti, tra loro ci sarebbero almeno una ventina di minorenni; sono arrivati in Grecia partendo da diverse parti del mondo, Paesi come Iraq, Eritrea, Etiopia, Congo e Iran.
Ognuno aveva versato oltre 1.800 euro per un "passaggio" verso il confine con la Turchia.
(Redazione Online/m.c.)

FONTE

Grecia, 90 migranti stipati dentro un camion: arrestato l'autista ...




LORO VIAGGIANO COSì.... stipati... e spero la gente che ieri a manifestato capisca... e non sia più cieca...