sabato, gennaio 12, 2013

appare strano ;) Elezioni 2013, Strescino rinuncia al Parlamento. -




CRONACA

Mafia: Consiglio di Stato annulla lo scioglimento del comune di Bordighera

sabato 12 gennaio 2013
Stampa
Mafia: Consiglio di Stato annulla lo scioglimento del comune di BordigheraRoma - Il Consiglio di Stato ha annullato la sentenza di scioglimento del comune di Bordighera per infiltrazioni mafiose. La notizia è trapelata questa mattina. Il comune imperiese era stato sciolto il 10 marzo del 2011 per decisione dell'allora Ministro dell'Interno, Roberto Maroni. Una vicenda che aveva messo la Liguria sotto i riflettori, anche perchè si era trattato del primo comune sciolto per infiltrazioni mafiose nella nostra regione.
A presentare il ricorso contro lo scioglimento era stato l'ex sindaco Giovanni Bosio. Dopo un primo parere contrario del Tar del Lazio, l'ex primo cittadino si era rivolto al Consiglio di Stato. La sentenza era attesa per lo scorso 12 novembre, ma era slittata per la necessità di acquisire nuova documentazione.


CRONACA

Mafia: Consiglio di Stato annulla lo scioglimento del comune di Bordighera

sabato 12 gennaio 2013
Stampa
Mafia: Consiglio di Stato annulla lo scioglimento del comune di BordigheraRoma - Il Consiglio di Stato ha annullato la sentenza di scioglimento del comune di Bordighera per infiltrazioni mafiose. La notizia è trapelata questa mattina. Il comune imperiese era stato sciolto il 10 marzo del 2011 per decisione dell'allora Ministro dell'Interno, Roberto Maroni. Una vicenda che aveva messo la Liguria sotto i riflettori, anche perchè si era trattato del primo comune sciolto per infiltrazioni mafiose nella nostra regione.
A presentare il ricorso contro lo scioglimento era stato l'ex sindaco Giovanni Bosio. Dopo un primo parere contrario del Tar del Lazio, l'ex primo cittadino si era rivolto al Consiglio di Stato. La sentenza era attesa per lo scorso 12 novembre, ma era slittata per la necessità di acquisire nuova documentazione.




" a voi la parola.... la mafia c'è o non c'è? "    





Via Locri, 42 Roma, San Giovanni, una traversa di Via Sannio 0677076486 0677204149 info@teatrolospazio.it
da giovedì  17 a domenica 20 gennaio 2013
da giovedì a sabato alle ore 20,45 – domenica alle ore 17,00

IL SOGNO DI IPAZIA
di Massimo Vincenzi
(spettacolo con oltre 250 repliche in tutta Italia)
e
IRENE NEMIROVSKY
di Alberto Bassetti e Massimo Vincenzi
(Prima Mondiale)
due atti unici interpretati da Francesca Bianco
musiche originali di Francesco Verdinelli
regia di Carlo Emilio Lerici

Doppio appuntamento al Teatro Lo Spazio dal 17 al 20 gennaio 2013.

Dalle note di regia:
"Due grandi donne del passato vittime dell'intolleranza, due grandi intellettuali accomunate dalla medesima tragica fine: Ipazia e Irene Nemirovsky.
Torna in scena a grande richiesta, dopo lo strepitoso successo ottenuto in tutta Italia nelle scorse stagioni, “Il sogno di Ipazia”, testo di Massimo Vincenzi che racconta la storia della grande scenziata e filosofa alessandrina assassinata nella Alessandria d'Egitto del 415 d.c.
A seguire in prima assoluta “Irene Nemirovsky”, testo scritto a 4 mani da Alberto Bassetti e Massimo Vincenzi che racconta la tragica vicenda umana di una delle più grandi scrittrici europee del '900."
Ad interpretare i due personaggi sarà Francesca Bianco diretta da Carlo Emilio Lerici. Musiche originali composte da Francesco Verdinelli.
Con un unico biglietto sarà quindi possibile assistere ad entrambi gli spettacoli.
La durata complessiva di entrambi gli spettacoli è di 1 ora e 25 minuti.  Tessera associativa per chi non la avesse, valida 6 mesi: € 3,00

biglietto intero € 12,00






appare strano il debito ...
appare strano il cervo ....

appare strano la vita  breve

appare strano. un rimpasto ad sanremo

appare strano l'amianto

appare strana rt ...

appare strano il gesto sano


Elezioni 2013Strescino rinuncia al Parlamento. - PuntoImperia

e succede ...... si cambia idea spesso penso ---- ))))) ma qui si deve vincere non pareggiare.... 

VINCERE.....  


il caso millenium cussa le 



Nessun commento: