giovedì, febbraio 16, 2017

ventimiglia: io con felix parte 2 il processo ... 14 marzo ore 14.30/“Su quella strada i migranti muoiono”. Ora Felix rischia la galera per solidarietà

ventimiglia: io con felix parte 2 il processo ... 14 marzo ore 14.30

nella giornata di felix ... come scritto ieri sera sul penultimo post... io resto con felix... assistere inerme ad un processo e cosa assai brutta.. verso le 16.. si è concluso il processo... e il mio cuore rimane la... con felix... con chi pensa che migrare non sia importante... quello che ho scritto ieri sera...


ventimiglia : io sto con felix .. roverino dialoghi /Migranti l'agenzia ...


e stato per me importante.. come è importante il lavoro di chi da mangiare ancora a ventimiglia ai migranti...

molte cose mi han colpito di oggi.. fuori e dentro il tribunale... la gente che c'era per felix... 


“Su quella strada i migranti muoiono”. Ora Felix rischia la galera per solidarietà





Uno spirito solidale nato nei campi profughi a Dunkerque e cresciuto a Ventimiglia. La voglia di salvare una famiglia. Gesti umanitari che possono costare dai cinque ai quindici anni di reclusione a Felix Croft, 28enne di Nizza imputato oggi a Imperia per aver trasportato dei profughi dall’Italia verso la Francia. Per questo è stato arrestato […]

"io ho intravisto felix e ho sentito la testimonianza del poliziotto... che a fermato felix... poi me ne son andato... il mio pensiero spesso è frainteso... spesso e motivo.. di dissidi... ma oggi... il mio pensiero si rafforza... chi voleva salvare una famiglia non può essere cattivo... e spero i giudici lo capiscano... e abbiano cuore... "





le parole son che si deve migrare


le parole sono che si deve migrare



le parole e che si deve migrare


felix a solo dato una mano...

felix come molti altri vogliono aiutare

tornando dal processo..

mi a salutato una ragazzina di colore

e questo mi da la forza di continuare ad andare avanti

Processo in corso - Imperia, la mamma di Felix: «Mio figlio non è un ...





Imperia - C’è anche la mamma davanti al tribunale di Imperia che processa il figlio per aver aiutato alcuni migranti a passare il confine tra Italia e Francia: «Stimo Felix perché ha fatto qualcosa di buono. La solidarietà è necessaria nei confronti di persone che scappano dalla guerra e dalla miseria, come gli eritrei. Le persone di estrema destra affermano cose orribili sui migranti», ha detto stamani, fuori dal tribunale di Imperia, Luce, la madre di Felix Croft, il giovane francese di 28 anni abitante a Nizza arrestato nel luglio scorso alla barriera autostradale di Ventimiglia mentre all’interno della propria auto, una Citroen station wagon, tentava di portare in Francia una famiglia di migranti.


"io stimo felix... e stimo i migranti... e stimo chi lotta... e stimo la lotta... europa a fallito... ne prenda atto"




era il 2011.... e ora nel 2016 la francia non li fà entrare...


chi lo sa se la gente di roverino legge il mio blog... chi lo sa chi legge... un blog per alcuni " buonista" per altri  ... bhe lasciamo stare... io non i dati.. le cifre... so che i migranti.. son fermi la... e se vogliono riunirsi ad loro famigliari... han diritto di farlo... ascoltando.. il racconto del poliziotto.. immagino la scena... ove una famiglia disperata vuole attraversare .. il confine... e allora perchè la francia e l'europa... la libertà e tutto per un uomo.. e ripeterò fino alla noia... che capisco la gente.. povera italiana di roverino... ma... loro devono capire i migranti.. "

Nessun commento: