sabato, settembre 24, 2016

ventimiglia... e magari tornarci.. SAVE ARCI CAMALLI /«Portare due migranti da Ventimiglia a Taranto costa 10.500 euro»

forza sandro pertini il presidente che ascoltava i giovani





mito combattente antifascista

ventimiglia... e magari tornarci..

questa estate e andata.... ahime... non potuto andare a ventimiglia per tanti motivi... perchè dovevo lavorare.. perchè mi faceva male andarci... e però raccontare di ventimiglia anche se a molti da fastidio è bello farlo... raccontare che si bloccava un ora il confine... per dimostrazione è importante... e mi dispiace che si sia creato disagio con le macchine... mi dispiace da parte mia.. che la gente di ventimiglia veda i no borders come un pericolo... sinceramente.. e sapendo che rischio a scrivere ciò ... per me non lo sono... quando vedevo gli stranieri urlare .. urlavo con loro... perchè la libertà tutti c'è la dobbiamo conquistare... sta sera 24 agosto arci camalli.. un arci camalli.. che a sostenuto... i migranti oltre che molti gruppi stranieri... e italiani.... si l'ennesimo SAVE ARCI CAMALLI... non so il perchè lo scrivo... e neanche mi importa se non piace... sostengo che in molti debbano dire grazie al arci camalli... e sinceramente trovo ingiusto abbandonare.. i camalli.. proprio ora che c'è bisogno... il mio appello va a molti... i camalli son una realtà che questo anno a fatto 20 anni... so che giovedi prossimo alla biblioteca di imperia ci sarà un dibattito...   che verte su queste cose 

NOTIZIE DAL FRONTE” 
ASSEMBLEA PUBBLICA
GIOVEDÌ 29 SETTEMBRE 
SALA CONFERENZE BIBLIOTECA CIVICA LAGORIO


Ormai un dibattito cittadino sulle lotte in provincia e sulla loro repressione è diventato non solo doveroso, ma necessario. Decine di avvisi di garanzia, dalla contestazione a Matteo Salvini, passando per banca d'Italia, fino al tema vivissimo delle lotte dei migranti al confine; oltre sessanta fogli di via notificati dalla questura; avvisi orali di pericolosità. La militarizzazione dei territori si può, oltre che praticare, riprodurre infinite volte. Nulla è più tollerato e tollerabile, sopratutto se si tratta di dissenso nei confronti del potere e a maggiore ragione se si interseca con la questione del fenomeno migratorio. Così che basta partire con un centinaio di biciclette per trovarsi schierato davanti direttamente il ministero con decine di mezzi, un'infinità di uomini, organismi mostruosi su cui il potere cade goccia a goccia e si inasprisce da Alfano fino a funzionari militanti, passando poi per questori militari; come accaduto alla biciclettata solidale che è stata bloccata ore al confine di Fanghetto dalle forze dell'ordine e per la quale la questura ha emesso oltre venti multe per blocco stradale per un importo variabile da 2500 a 10000 euro cadauna.
Ci chiediamo se esista ancora il diritto al dissenso? Fino a che punto si possa esprimere la propria contrarietà? Se l'Italia non stia in piccolo prendendo la strada di paesi non troppo lontani in cui esistono black list e la persecuzioni degli oppositori è all'ordine del giorno?
Ce lo chiediamo mentre le notizie sul piano nazionale non sono tra le più confortanti, mentre operai vengono uccisi a picchetti di protesta e le autorità riducono il tutto a banale incidente, mentre i migranti vengono deportati e trattati come pacchi postali, mentre chi contesta Renzi viene manganellato senza pietà, mentre il governo sta provando a stravolgere la costituzione nata dalla resistenza.
Ce lo chiediamo mentre tutto subisce pressioni e forme di controllo da parte di funzionari ne eletti, ne conosciuti alla città: la nostra vita, la movida e di conseguenza lo sviluppo turistico di un territorio, la lotta politica.
Vorremo chiedercelo con tutti, con la cittadinanza, in modo largo e aperto, perché il futuro è una responsabilità che ci coinvolge tutti assieme.

CITTADINI, MOVIMENTI, ASSOCIAZIONISMO, ORGANIZZAZIONI POLITICHE E SINDACALI DELLA CITTÀ DI IMPERIA




giovedi 29 settembre ore 21 



giro questa cosa sperando venga anche molta parte della nostra cittadinanza... perchè c'è da parlare anche di altro... son un tipo pacifico.. come molti ... imperia come molto parte del italia .. a visto scaturirsi un grande dibattito sui migranti.. ed è inutile mi nasconda... io son pro migranti... ho iniziato la mia lotta.. su se sei se imperia se.. cacciato a torto o ragione.. per diverse opinioni.. denunciato e poi pagato con tanto di scuse a chi mi a denunciato... da quel giorno tutto e cambiato per me... son a ventimiglia.. leggo molto e mi informo sui migranti... ma faccio una vita normale come tutti... ho difeso coi denti le mie idee... ma non basta.. perchè gli occhi dei migranti di ventimiglia son nella mia testa... come in molti dei no borders.. o del art. 2.. o altre associazioni.. il mio appello.. non è stato seguito.. spesso è stato deriso... e il motivo .. e che quando fai tanto scrivi tanto... alla gente da fastidio.. specialmente a chi si sente neutrale.. ma neutrale non lo è spero si parli . non solo dei migranti giovedi... ma della riduzione della movida... del koko beach... che a dovuto chiudere.. 
del bar 11.. che fà musica alle 8... di molte cose... io non so se sarò giovedi la... perchè il mio parlare.. e ascoltare...  e sperare venga gente 

divulgo la prima bozza... sperando... la gente venga... e capisca... non mi firmo... perchè tutti sanno che vado ovunque.. dal bar 11 al greenwich...c spero ci sia quel dibattito pubblico... lo spero ..





e per questo in ogni caso chiedo ai soci.... a chi a lavorato in questi 3 anni è molto bene... 


SAVE ARCI CAMALLI PURE PER QUESTO E LO CHIEDO AL BABILONIA...

ALLA TALPA E OROLOGIO...  

IO SON DI SINISTRA... ma non son un criminale.. ne penso lo siano i no borders...  anzi ne son sicuro... se qui ho offeso.. o chi a letto questo blog si sente offeso me ne dispiace...amo imperia.... ma si salvi l'arci camalli... 

perchè a davvero bisogno... così come l'arci brixton... 




un poco di notizie da ventimiglia va 

«Portare due migranti da Ventimiglia a Taranto costa 10.500 euro»



Imperia - Trasferire i migranti da Ventimiglia al Cie di Taranto in autobus potrebbe costare allo Stato quasi 10.450 euro a viaggio. Sarebbe questo il costo del noleggio di due pullman della Riviera Trasporti facendo un calcolo sulla base del costo per km percorso fornito dalla Prefettura di Imperia.




per me è assurdo che costi così tanto...  

per me è assurdo ci siano questi traferimenti...

e la gente i migranti che scappano ... dal centro permanente... del roya ... e una lotta di umanità 

l'arci a dato una mano ai no borders...  si salvi l'arci camalli.. 



e cena portoghese al arci guernica sta sera  sabato sera altra realtà da salvare.... 

forza forza... e leggere scappano 100 migranti come media mi fà male... mi fà male pensare.. a quello che ho perso.. in questi mesi... o forse no

forza save arci camalli.. e forza arci guernica... diamo socialità a questa città 




ciao libereso guglielmi   io non lo conossciuto ma doveva essere un grande personaggio.. mi dispiace non essere mai venuto ad una sua conferenza...  impariamo da lui... forza forza forza 




altre notizie da ventimiglia.. 



Il Tar Liguria cancella il provvedimento del Questore di Imperia contro due attivisti impegnati in manifestazioni e assistenza alla frontiera fra Italia e Francia. Il giudice: "Violata libertà di circolazione con misura sproporzionata". La soddisfazione dell'avvocata Ballerini, mentre sono attesi altri pronunciamenti su casi simili


forza forza no borders 

e forza babilonia il 1 ottobre apre... e forza talpa e orologio....



mai dimenticare i valori della solidarietà ed del onesta...

mai dimenticare i valori del volontariato


mai dimenticare che senza gli arci le destre vincono

e qui capacci cade... forse

sempre rispettare il lavoro di tutti

di chi per 3 anni a fatto diventare grande l'arci camalli  e spero questa gente .. resti aiuti ancora.


forza forza 

si salvi la solidarietà...

si salvi la bontà

si salvi un bel progetto nato per dare spazio alla musica
cmq giovedi ci sarà arte



siateci....

venerdi vasapollo..

sia vivo il circolo anche in settimana


ma tornando a ventimiglia...

ecco oggi ... 25 settembre 2016


Ventimiglia, Delia, la barista dei migranti - Repubblica Tv - la ...



Il bar “Hobbit” di Delia Buonuomo è a pochi passi dalla stazione di Ventimiglia, punto di vista privilegiato sul dramma che vivono i migranti che si trovano fermi alla frontiera con la Francia. Oggi il locale di Delia è frequentato principalmente da migranti, ai quali lei offre la possibilità di ricaricare il telefono e, quando si trova davanti situazioni disperate, offre un pasto caldo. L’attività commerciale ne risente ma Delia non riesce a dire di no di fronte a certe situazioni: “Avreste mai detto, nel 2016, di vedere uomini adulti piangere dalla fame?”  (videoservizio di Pietro Barabino)

" una grande.... ci vuole gente come lei a ventimiglia....... 



buon video ... e diffondete la bonta ... e forza arci camalli... bella serata ieri sera.... 



ecco alcune foto ... e seguite la pagina fb



vedere un circolo chiuso il venerdi ... e il lunedi e il giovedi... e sconfitta culturale .. e musicale... si dia ancora una mano al arci camalli.. si valorizzi un circolo che a 20 anni di storia... e non sono pochi... seguite gli eventi ..



e forza anche ...  questo circolo forza forza 





Un blitz con quattro volanti della polizia e agenti in borghese per controllare i documenti di un nutrito gruppo di pensionati e “comminare un’ammenda di 5mila euro” ai gestorico dello storico Circolo Arci-Uisp “Filippo Merlino”, aperto a Sestri Ponente nel 1945. Un’operazione che ha lasciato allibiti non solo i frequentatori abituali del circolo (prevalentemente anziani e bambini) ma anche diversi abitanti del quartiere, che stanno organizzando una manifestazione per venerdì prossimo alle ore 18.


"salvare gli arci è importante forza arci 

provinciale di imperia di savona... per 

quanto riguarda l'arci brixton... due vecchi

 arci devono essere salvati.... senza i 

circoli si perde socialità .. e buona

 musica...  sopratutto buona musica... 



e forza aldrovandi

25.09.2005 - Ferrara. All'alba, Federico Aldrovandi, 18 anni, ha appena trascorso la serata con amici e sta dirigendosi a piedi verso casa. Viene ucciso durante un "controllo di polizia". Il 21 giugno 2012, gli agenti Paolo Forlani, Monica Segatto, Enzo Pontani e Luca Pollastri sono stati condannati in via definitiva a 3 anni e sei mesi. La cassazione, il 20 settembre 2012, ha definito l'azione degli agenti "sproporzionatamente violenta e repressiva".
Federico è stato assassinato a manganellate. Poi lasciato per ore sull'asfalto. Alcuni poliziotti sono stati condannati per aver intralciato le indagini. La verità è stata scritta grazie alla forza e alla determinazione della famiglia di Federico.
per non dimenticare...








MENU di LUNEDI' 26 settembre:
Penne alle acciughe con le briciole..................................€ 4.00
Pasta pomodoro e basilico...............................................€ 3.00
Minestrone genovese (anche tiepido)...............................€ 3.50
Sticks di pollo impanati+contorno.....................................€ 6.00
Omelette al tartufo con fontina...........................................€ 3.50
Cundiun...............................................................................€2.50
Insalata................................................................................€ 2.00
Yogurt greco con salsa ai frutti di bosco/nutella/
sciroppo di lavanda...............................................................€ 2.00


seguite i fornelli popolari.. un bel progetto del arci camalli

ma io parlo anche di como qui....

ecoinformazioni invita giovedì 29 settembre alle 21, nel salone della Cna in viale Innocenzo XI 70 a Como, tutti (proprio tutti) all’assemblea cittadina Migranti. E ora? Non ci saranno interventi introduttivi, nessuno concluderà.

La nostra redazione propone questa iniziativa perché ritiene serva un “microfono aperto” per permettere l’espressione delle diverse idee della Bella Como che ha tentato di dare accoglienza ai migranti e ha dato dignità alla città mostrandone il volto migliore. Serve ragionare con tante voci diverse sul come andare avanti e affrontare l’emergenza permanente che la questione epocale delle migrazioni determina. Serve una discussione su diritti e possibilità di soddisfarli e di estenderli a tutti/ e e a ciascuno/a. Serve in una città di frontiera l’approfondimento di come prendere compiutamente atto di esserlo.








daje arci brixton

non si cancellano 22 anni


questa musica lo conosciuta al arci camalli
al arci brixton... e ora...

si vuol fare vincere.. la musica commerciale

mi aprite gli occhi.. e poi vi arrendete?

non ci credo...




Nessun commento: