venerdì, settembre 23, 2016

ventimiglia anno 0 .. cosa sono i fogli di via? ./ COMO .... FOGGIA.. LAMPEDUSA....

ventimiglia anno 0 .. cosa sono i fogli di via? 

ventimiglia anno 0 ...   che devo dire sempre meno notizie... dal fronte dei media..  mentre arrivano i fogli di via e gli avvisi orali... i migranti mi dicono siano saliti a 1200... tra gli 80 e i 100 in chiesa.. numeri alti? non saprei.. i media non ne parlano più neanche i nazionali.. i migranti migrano.. e dormono accampati dove possono.. tentano di attraversare la frontiera.. e vengono.. da paesi lontani.. mi si dice .. che non parlarne più sia meglio... bhe forse è vero... quando venni la prima volta al campo .. del confine.. capi .. che per me era dura.. ma col motorino partivo da imperia.. destinazione ventimiglia e per me era bello ora i media non parlano più di ventimiglia.. e un pò mi dispiace... sapete.. la gente di ventimiglia.. pensa il reato di fogli di via sia una cosa divertente... bhe vediamo cosa è assieme...


Misure di prevenzione - Wikipedia



 Rimpatrio con foglio di via obbligatorio (art. 2 legge 1423/56)
Tale misura di prevenzione consiste nell’allontanare una persona ritenuta pericolosa da uno o più comuni diversi da quelli di residenza o di abituale dimora.
− Autorità competente ad emettere il provvedimento
Il Questore nella cui provincia il soggetto pericoloso si trova (può essere delegato un funzionario
della Questura).
− Destinatari
Si applica alle persone che si trovino fuori dal proprio comune di residenza e siano pericolose per la
sicurezza pubblica, se in base ad elementi di fatto:
• sono ritenuti abitualmente dediti a traffici illeciti delittuosi;
• per il tenore di vita sono ritenuti vivere abitualmente anche in parte, con i proventi di attività
delittuose
• per il comportamento, sono ritenuti dediti alla commissione di reati che offendono o mettono in
pericolo l’integrità fisica o morale di minorenni, la sanità, la sicurezza o la tranquillità pubblica.
− Effetti
Il soggetto non può fare ritorno nel comune da cui è stato allontanato per un periodo non superiore a
tre anni, se non ottiene la preventiva autorizzazione del Questore che ha emesso il provvedimento.
− Durata
Un periodo non superiore a tre anni.
− Inosservanza
L’inosservanza alle prescrizioni contenute nel provvedimento di rimpatrio costituisce reato ai sensi
dell’art. 2 comma 2° della L. 1423/56
Fonte/i:l.1423

oppure qui



QUI  LO SPIEGA... io ripeterò fino alla nausea...  le cose...

che devo raccontare quello che immagino... ogni giorno.. ad ogni ora .. migranti che tentano di passare il confine in ogni mezzo illecito.. vedete.. 60 no borders han il foglio di via.. e magari... io scrivo cose scomode... ad alcuni.. perchè ventimiglia anno 0 autunno 0.. non più andato a ventimiglia... nei miei ricordi c'erano migranti.. al confine.. sugli scogli.. la croce rossa che li aiutava e i no borders.. poi il campo... poi lo sgombero.. poi il mio arresto.. poi il freespot.. poi il campo roya... la mia vita è un tram tram sperando.. che i migranti.. possano salvarsi.. ho dedicato anima e corpo in questo blog.. che è diventato la casa dei miei ricordi...  a mentone .. ci son stato la prima volta con dei volontari venuti da firenze.. da ogni zona d'italia arrivavano.... e sinceramente.. ancora fatico a capire..



oggi ad imperia ho visto questo e spero che qualcuno lo abbia rimosso.. perchè è davvero un brutto segnale per la mia città... ma parlo a tutti quelli di ventimiglia... alle ore 1.54 di notte... arrabbiato stanco.. col prurito alle mani e alle braccia.. che vi devo dire .. sinistre di ventimiglia.. prc ventimiglia... sel ventimiglia... che fate? vi prego prendete posizione.. perchè 1200 per me paiono pochè ma son persone che vogliono migrare...

Le notizie e le fotografie che ci giungono dai ragazzi all’interno del campo della Croce Rossa di Ventimiglia sono davvero preoccupanti.
Qualche giorno fa l’Ansa era uscita con un articolo in cui spiegava che i migranti “ospitati” erano circa 800. In poche decine di ore il numero è aumentato, fino a raggiungere l’ordine delle migliaia: alcune testimonianze parlano di addirittura 1200 persone stipate nel lager del Parco Roja (ricordiamo ancora una volta che i moduli abitativi erano inizialmente pensati per circa 360 migranti).
L’estate è ormai terminata e il freddo inizia a farsi sentire: in moltissimi sono costretti a dormire o in container sovraffollati o all’aperto su squallide brandine di tela, se non per terra.
Tutto questo accade a Ventimiglia, mentre a Como viene applicato lo stesso “modello” con l’inaugurazione di un centro temporaneo gestito dal solito ente governativo, la Croce Rossa Italiana. Al momento i migranti che hanno deciso di entrarvi sono solo una piccola minoranza di quelli accampati vicino alla stazione.
Continuiamo a domandarci dove sia finita l’umanità.


Progetto20k
Quindi, ricapitolando:
-a Ventimiglia il problema del sovraffollamento del centro della CRI nel Parco Roja sta per esplodere: come già detto i migranti hanno raggiunto l’ordine delle migliaia e la situazione è parecchio critica;
-a Como viene applicato il “modello Ventimiglia”: Croce Rossa Italiana e UNHCR hanno aperto il centro temporaneo in collaborazione con Caritas; alcuni migranti sono stati convinti ad entrare, mentre altri vi sono stati costretti dopo lo sgombero del campo informale vicino alla stazione (avvenuto tra ieri e l'altro ieri, e fortunatamente senza uso di forza fisica da parte della polizia);
-a Roma la questura, violando le norme nazionali e internazionali, decide di sospendere le procedure di richiesta d’asilo costringendo i migranti a prolungare ancor di più il loro iter burocratico e a vivere con l’unica alternativa dell’irregolarità;
-intanto le deportazioni non accennano a fermarsi: da Ventimiglia a Como, i migranti subiscono continuamente trasferimenti inumani vietati da tutte le convenzioni internazionali e definiti dalle istituzioni come “alleggerimenti della pressione al confine”. Le persone deportate al Sud Italia impiegano solo pochi giorni o settimane per tornare al punto di partenza. Oltretutto, persino il sindacato di polizia SIAP - lungi da noi essere sulla loro linea politica - si rende conto dell’inutilità delle deportazioni, criticando l’operato delle istituzioni in un documento ufficiale.
Vi terremo aggiornat* sugli sviluppi.



Progetto20k



dovrei parlare di altre realta quale como.... 

Abbiamo passato un giorno tra le centinaia di persone che tentano in ogni modo di superare il confine italo-svizzero per poi arrivare in Germania partendo dal capoluogo lombardo. La macchinosa entrata a regime del nuovo campo ufficiale, la tensione tra le tende della stazione, lo sforzo incredibile dei volontari cittadini e della parrocchia di Rebbio nel gestire le ferite psico-fisiche dei minori non accompagnati: ecco cosa sta accadendo in uno dei punti più caldi d'Italia







MAGARI FOGGIA DOVE ARRIVANO...






"L'auto che brucia nel campo non esiste, tutte quelle bottiglie neppure e non abbiamo ospiti donne. Devo smentire il giornalista anche a proposito dei corsi di italiano, che all'interno della struttura si tengono". Lo ha dichiarato il direttore del Cara di Foggia Umberto Carofiglio, ascoltato in Commissione parlamentare dopo la decisione del ministro dell'Interno Alfano di aprire un'inchiesta sulla situazione del campo. Le criticità della struttura erano state descritte nel reportage di Fabrizio Gatti, giornalista dell'Espresso, che aveva raccontato la vita dei richiedenti asilo ospitati nel centro pugliese 


" SITUAZIONI CRITICHE.... "

DI LAMPEDUSA....




Genova – Una piccola grande bellissima isola, dove ogni anno si conclude la lunga e purtroppo molto spesso drammatica traversata di migliaia e migliaia di migranti in fuga dagli orrori della guerra e in cerca di una vita migliore. Punto di approdo, rifugio sicuro, striscia di terra mezzo al mare che accoglie la speranza di donne, uomini e bambini.

" DEL RAZZISMO... O MIOPIA.. CHE SE NE PARLI... " MA IO RIFACCIO L'APPELLO


arci como

arci roma


arci loano

arci ventimiglia

arci torino

arci la spezia

arci verona

arci peppino impastato

arci lampedusa

arci padova

arci brennero

italia cuba

rifondazione comunista

sel

scintilla

arci valle di susa 


MAGARI ANCHE PER CAPIRE ... CHE IO SOI 

TOSTO...  DIFENDIAMO IL DIRITTO A MIGRARE..











FORZA FORZA HURRIYA 





per cmq  



no tav no tav 

#IoStoConChiResiste #IoStoConNicoletta


 #NoTavLiberi






agnesi è imperia .. non altro colussi ... capax difendi l'agnesi imperia 




e il 1 ottobre forza talpa e orologio... e il 

Martedì 27 all'Arci Camalli il Gruppo Teatrale l'Attrito in collaborazione con l'Arci Camalli presenta una serata dedicata alle canzoni di lotta degli anni '60 e '70 dal titolo " Dalle fabbriche alle piazze", con David Delgado, chitarra e voce e Renato Donati, voce narrante, per il seguente programma:
h 20 cena sociale
h 21.30 inizio rappresentazione
Potrete prenotare la cena telefonando al numero 328 966 31 79




Gruppo Teatrale L'Attrito

Nessun commento: