venerdì, dicembre 15, 2017

ventimiglia il natale si avvicina...Imperia, la canzone di amore e di pace dei profughi/Alessandra Ballerini: “A Ventimiglia violati costantemente i diritti umani”/Lampedusa, tentano di fuggire in camion: migranti bloccati dai carabinieri






ventimiglia il natale si avvicina...Imperia, la canzone di amore e di pace dei profughi

e il natale si avvicina siate buoni con tutti  .. profughi e italiani in difficoltà .. e donate pace... agli uomini di buona volontà... sia che siano ancora nel roya.. o sui monti di ventimiglia... sia che siano gli ultimi...

cmq il secolo  del 14 dicembre scrive questo...


Imperia - Un video per fare gli auguri di 

Natale alla città che li ha accolti, per 

parlare di pace e di futuro, per festeggiare di 

essere finalmente lontani dalla guerra . Sono 

appassionati di canto e di musica Ojijewve 

Delé, Osas Destini, Sunday Abdi, Yabang 

Bubacarr e attraverso la loro voce “War Is 

Over” di John Lennon acquista un significato

 attuale, entra nella nostra quotidianità, 

lontano da ogni guerra e da ogni 

discriminazione.

fonte



Per gli auguri di natale - Imperia, la canzone di amore e di pace dei ...



"siate umani e donate alberi di natale a tuti da imperia piazza san giovanni....

fino ad ventimiglia.... bar hobbit delia.... o eufemia .... 

Say no to racism
Dire di no al razzismo
بگو نه به نژادپرستی


Meglio aggiungere vita ai giorni , non giorni alla vita.
Rita Levi-Montalcini
Better to add life to days, not days to life.
Rita Levi-Montalcini
بهتر است زندگی به روز ها اضافه کنیم ، نه روز به زندگی .
ریتا لوی مونتالچینی
No al Razzismo. No toRacism.نه به نژاد پرستی
No al Razzismo (Contro ogni forma di Razzismo) / No to Racism (Against All Forms of Racism) نه به نژادپرستی علیه همه اشکال نژادپرستی




"il natale si avvicina ... per molti di noi... che vagano ... per me è la festa della pace.. della riconcigliazione... della tranquillità non altro"



Sanremo ha voluto celebrare la giornata mondiale dei diritti umani con un convegno al Casinò con la presenza di Alessandra Ballerini, avvocatessa che da anni si batte per i diritti delle persone. 
“Quest’anno sono oltre 3000 i morti nel Mare Mediterraneo– spiega la Ballerini- e non contiamo le persone che vengono sistematicamente torturate nelle carceri libiche, grazie anche ai soldi dati dagli Stati Europei che quei diritti dovrebbero invece rispettare. 
La Liguria e Ventimiglia – continua l’avvocatessa- che è una terra di frontiera e nelle terre di frontiera di vedono molto di più le discrepanze tra quello che è stato sancito e come è la realtà dei fatti. A Ventimiglia- conclude- questa discrepanza è enorme perchè le violazione dei diritti sono sistematiche.”

Alessandra Ballerini: "A Ventimiglia violati costantemente i diritti umani"



"aiutare i migranti... "

Sventata la fuga di sette tunisini da Lampedusa. Erano nascosti nel vano cassonato di un autocarro in procinto di imbarcarsi sulla nave per Porto Empedocle. I carabinieri erano impegnati in un ordinario servizio di prevenzione generale vicino al molo commerciale e si sono insospettiti quando hanno notato dei movimenti anomali al di sotto di un telone che copriva il vano cassonato di un autocarro, che stava per salire a bordo del traghetto "Cassyra".

Lampedusa, tentano di fuggire in camion: migranti bloccati dai ...



" LA gente scappa... i migranti scappano.... perchè vogliono una vita migliore..."

Martine Landry, membro di Amnesty International France, anafe, e resf, accompagnatrice giuridica presso minorenni isolati stranieri, sarà giudicata a Nizza il 8 gennaio 2018 per "reato di solidarietà":
[COMUNICATO STAMPA ANAFE / Amnesty International Francia]

Amnesty International France (AIF) e l'anafe (Associazione Nazionale di assistenza alle frontiere per gli stranieri) fanno parte della loro profonda preoccupazione per le azioni intraprese nei confronti di una delle loro attiviste a causa del suo lavoro di accompagnamento giuridico presso due Minatori stranieri isolati, illegalmente licenziati in Italia dalla Francia.
Martine Landry, attivista di aif e di, sarà giudicata a Nizza, lunedì 8 GENNAIO 2018., e di aver "agevolato l'ingresso di due minori stranieri in situazione irregolare". rischia fino a cinque anni In carcere e 30 000 € di multa.
" impegnata presso Amnesty International France dal 2002, Martine Landry è responsabile di una missione di osservazione in zona d'attesa per aif. Parallelamente, essa partecipa alle missioni di consulenza e di accompagnamento dei richiedenti asilo nell'accesso ai loro diritti. E ' un'attivista esperta, rispettosa del diritto, che conosce perfettamente il quadro giuridico in cui si inserisce la sua azione. Questa accusa è assurda ", afferma Camille Blanc, presidente di Amnesty International Francia.
Aif e l'anafe denunciano ancora una volta il perseguimento di persone la cui unica motivazione è quella di prestare assistenza ai migranti e ai rifugiati, senza altra contropartita che vedere i loro diritti rispettati.
Né contrabbandieri, né delinquenti, queste persone, preoccupate, intimidire, proseguite, difendono innanzi tutto i diritti umani. Esse agiscono per tutelare i diritti delle persone migranti e rifugiate cui incombono le autorità francesi.
" mentre da più di due anni le nostre organizzazioni denunciano le violazioni del diritto internazionale, europeo o francese, alla frontiera franco-Italiana da parte delle autorità francesi, queste ultime intimidiscono e perseguono quelle che cercano di proteggere i diritti umani di persone Vulnerabili come minatori isolati ", denuncia Alexander Moreau, presidente dell'anafe.
Nel corso del 2017, AIF e l'hanno documentato e denunciato numerose irregolarità. Le persone controllate alla frontiera sono in maggioranza private di qualsiasi possibilità di far valere i loro diritti, in particolare quello di chiedere asilo. I bambini non accompagnati non sono oggetto di attenzione per quanto riguarda la loro situazione di vulnerabilità, come richiesto dalla legislazione francese per la protezione dell'infanzia. I bambini sono rinviati allo stesso titolo degli adulti, in modo sbrigativo e senza possibilità di esercitare i loro diritti o addirittura di essere accompagnati.
Il processo di Martine Landry deve essere l'occasione per il governo francese di modificare la sua legislazione che consente, come dimostra questa situazione, di criminalizzare l'assistenza fornita dai cittadini per proteggere i diritti delle persone migranti e rifugiate.
E ' urgente e indispensabile che la politica del governo francese venga riorientata in modo da rispondere all'imperativo del rispetto dei diritti delle persone migranti e rifugiate che attraversano la frontiera franco-Italiana e alla necessaria protezione di coloro che li aiutano.
Amnesty International France e l'anafe assicurano martine landry del loro sostegno e saranno presenti al processo.
Ulteriori informazioni
Martine Landry è membro di Amnesty International dal 2002., è anche la assistente regionale Provenza-Alpi-Costa Azzurra sulla questione dei rifugiati e migranti dal 2011 e incaricata di una missione di osservazione in zona d'attesa per aif. Parallelamente, essa partecipa alle missioni attiviste di consulenza ai richiedenti asilo e di accompagnamento nell'accesso ai loro diritti, missioni per le quali ha beneficiato di varie formazioni.
Inoltre, al di fuori delle sue attività per aif, Martine Landry è impegnata in diverse associazioni locali e nazionali per la difesa dei migranti e dei rifugiati.
Lavorando con l'anafe da molti anni nell'ambito della sua missione di osservazione in zona d'attesa per aif, Martine Landry è membro individuale dell'anafe dal 2017. Partecipa attivamente alla missione di osservazione dell'anafe alla frontiera franco - Italiana.
Sintesi dei fatti
Il 28 luglio 2017 la polizia italiana ha licenziato due minatori stranieri isolati in Francia. Martine landry li ha recuperati al posto di frontiera mento / Ventimiglia dal lato francese per le alla polizia alle frontiere (paf), con documenti che attestano la loro richiesta di assistenza sociale all'infanzia (ESA). I due minatori, entrambi di 15 anni e di origine guineana, sono stati successivamente presi in consegna dall'esa.
Il 31 luglio, Martine Landry si è recata alla paf di mento in seguito all'arresto e al trasferimento di 31 migranti. In quel giorno, si vede una convocazione per un'audizione il 2 AGOSTO. Il giorno dopo, Martine Landry riceve una convocazione del Tribunale correttivo di Nizza. Essa deve essere giudicata il 8 gennaio 2018 per "aver facilitato l'ingresso di due minori stranieri in situazione irregolare [...], avendo preso in carico e convogliato pédestrement questi due minatori del posto di frontiera lato Italia al posto di frontiera lato Francia".

"aiutare"


Nessun commento: