sabato, dicembre 29, 2012

ebbe mafia ad imperia u.u /

CONTINUA....

EBBE IL TEMPO D'ESSERE LENTO... ED DERISO DAI CIECHI DI SORRENTO
EBBE IL TEMPO D'ESSERE LENTO.... FARE FOTO CON ARTE ... ED SBATTERE CON L'ARROGANZA DEI NOSTRI GIORNI...
EBBE LA LUCIDITà DI UN CERBIATTO ... DI BERGAMO ALTA... NEL DIRE ... "VOGLIO IL PONTE ROMANO AD IMPERIA" 
EBBE IL CUORE DI UN MAFIOSO.... CHE VIVEVA NEL CUORE DEL OMERTà IMPERIESE...
NELLE LUNGHAGGINI BUROCRATICHE.. NEL LAVORO IN NERO DI CERTI IMBIANCHINI.. NEI NON SCONTRINI DELLA TRIBU " EVADO DU"

ebbe il tempo di aprire gli occhi... ma rivedette ... una mazzata di falsità sui denti.... 
ebbe il tempo di accorgersi... dei nostri difetti... che spendeva nel bere...
ebbe il tempo di combattere nei cortei che dopo 4 ore erano già finiti
ebbe il tempo di ascoltare giovani in piazza della vittoria... ad imperia.. che era già tutto finito
ebbe il tempo di vedere gli striscioni... sugli spazi vuoti.. che gli spazi la restavano
imperiA è COSì  ti trascina... ti illude in sol giorno.. perchè quello dopo... sei già fritto se non dici sempre si
se non racconti il vero... o solo quello che sembra vero.. quello che appare.. 



ebbe mafia ad imperia 
ebbe la paura di dire che la mafia son quelli che non la possono fermare



ebbe il senso di vuoto.... ebbe il senso di pulizia




Nessun commento: