sabato, novembre 03, 2012

c'è resistenza c'è mafia c'è mafia ad imperia / ATTRAVERSO LO SPECCHIO - Laboratorio di Teatro Contemporaneo e Performing Art


:LUNEDI 5 NOVEMBRE:::
"WE ARE FOR BEAT" & " IL TEATRO IMPERTINENTE"






"c'è mafia ad imperia ..... nu nu..... c'è sporco ad imperia nu nu..... son dati di fatto nu nu... su su

giù giù.... piazza dante... è piena di marziani tailandesi..... si si.... la liguria ... e piena di carfiofi.. si si

le galline fan coccode.... si si... the dreamers ... esiste... si si... il calcio è marcio...  bho bho...

la fatica fà gli le pollestre allegre.... si si.. sciaboletta... e simpatico... si si.... 






appari zombico... zoppo di mafiosi desideri... appari senza stella giovane... di un albero .. senza più foglie... memorie resistenti.... e zoppe.. ove giovani.. diventan vecchi...  coi loro ideali... la mafia vince ove il nulla appare.. e le illusioni... diventano noia "





pulire imperia....

u.u 
imperia è sporca da matti e un dato di fatto..... 
aD IMPERIA C'è MAFIA è UN DATO DI FATTO...
IGNORARE.. MAI COMBATTERE SEMPRE
STUDENTI ANCORA ....  IN PIAZZA...
I BLA BLA... BLA... U.U.... jaja..... vincere e combattere....



GIOVANI CHE GRIDANO LA LORO RABBIA....


giovani coraggiosi... che han idee.... idee da arci camalli


Usa, aumentano posti ma cresce disoccupazione






c'è resistenza che mafia c'è mafia ad imperia...

la resistenza ...

non fate vincere i repubblicani no ad un altro bush

daje giovani in piazza 



Si svolgerà venerdì 9 novembre alle ore 18:00 presso la Libreria Internazionale La Fenice in via Battisti 6 (Galleria Fenice) a Trieste, la presentazione del libro “Nel cuore di Hezbollah” di Alì Mansour ed Emanuele Bossi, edito da Anteo (224 pagg., 20,00 €). Organizzato dal Centro Studi Eurasia Mediterraneo (www.cese-m.eu), l’evento verrà introdotto e moderato dal Presidente del CeSE-M Lorenzo Salimbeni e vedrà la partecipazione dei due autori.
In questo volume, pubblicato con il patrocinio del CeSE-M, viene sviscerata un’analisi della composizione, dell’attività e degli assetti geostrategici in cui opera il “Partito di Dio”, spesso accusato semplicisticamente di costituire un gruppo terrorista. In realtà l’attivismo nel campo del sociale e dell’istruzione, lo sforzo patriottico per il Libano nella sua interezza e non solamente a beneficio della comunità sciita, nonché la rigida selezione dei suoi militanti e della classe dirigente dimostrano che si tratta di un partito ben radicato e capace di agire in maniera multiforme nei più svariati gangli della complessa società libanese. Alì Mansour, nato in Libano e triestino d’adozione ma sempre appassionato analista delle vicende della sua terra, ed Emanuele Bossi, dottore di ricerca in Geostrategia e ricercatore del CeSE-M, attraverso approfondimenti geopolitici, storici e di attualità presentano a tutto tondo la vicenda politica e alle volte pure militare di Hezbollah, soffermandosi ampiamente sulla figura carismatica di Hassan Nasrallah, vertice supremo e anima del partito.




forza obama forza andatelo a votare... anche con la pioggia il vento ditelo agli americani 

forza forza



Nessun commento: