domenica, luglio 08, 2018

ventimiglia raccontare il confine /Migranti, il vescovo di Ventimiglia: "L'atteggiamento della Francia è disumano"/Salvini dopo lo sbarco di 106 migranti a Messina: “Porti chiusi anche alle navi delle missioni internazionali”

ventimiglia raccontare il confine 

eppure quando andavo sul confine... mi sentivo a casa.. perchè il confine è la parte più estrema della liguria... forse la parte meno curata.. quando andavo a ventimiglia di fatti i no borders pulirono le palme.. che ora non so se son ancora vive.... ma cosa mi colpiva di più era il senso del unità quel dialogo che si era instaurato .. tra stranieri e italiani solidali..

qualcosa mi ricordo di quel periodo.. che dopo ogni manifestazione pacifica.. si parla con gli stranieri..
alcuni riuscivano ad andare in francia grazie al aiuto dei solidali.. altri poi venivano rispediti in italia perchè la francia dal 2015 ad oggi... non ha cambiato idea





Migranti, il vescovo di Ventimiglia: "L'atteggiamento della Francia è disumano"


la peso come lui... ma spero venga il 14... a manifestare pacificamente con noi





io non son d'accordo sulle maglette rosse.... ma è segno di democrazia farle...

Nonostante i rimpatri della Guardia costiera libica, i porti italiani “chiusi”, le ong ridotte all’impotenza, dalla Libia i migranti continuano a partire, soprattutto nei fine settimana. L’arrivo del pattugliatore irlandese Samuel Beckett, ieri sera nel porto di Messina, con a bordo 106 persone, quasi tutte del Sud Sudan, ne è una prova. I migranti sono stati recuperati nel mare davanti alla Libia giovedì scorso. Sono 93 uomini, due donne incinta, undici minorenni, partiti a quanto pare da Gasr Garabulli nella serata del 4 luglio su un gommone e avvistati nel cuore della notte da un mercantile che avrebbe solo affiancato l’imbarcazione dei migranti e dato l’allarme.

fonte



L'emergenza profughi - Salvini dopo lo sbarco dei migranti a Messina ...



e vero gli italiani son poveri.. ma anche vero... che molti non fan più il mio lavoro in campagnia



Nessun commento: