venerdì, novembre 27, 2015

e c'è o non c'è cemento in liguria bho/oggi movida ad imperia siate vivi non MORTI

e c'è o non c'è cemento in liguria  bho

chi lo sa... chi non lo sa.... io ne vedo assai  assai...

ma c'è toti ... e si risolve tutto o quasi

Liguria, I comuni bocciano il piano casa di Toti: "Troppo cemento"

La corsa verso l’approvazione del Piano Casa dell’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola inciampa sulla “mozione Bernini”, suo collega all’Urbanistica del Comune di Genova. Ieri infatti con 13 voti a favore contro 10 contrari e 4 astenuti, il Cal, comitato per le autonomie locali, ha dato parere negativo al Piano Casa. Un parere non vincolante, che non interrompe l’iter, tanto che l’assessore Scajola, piuttosto arrabbiato, promette: «La legge sarà in aula, in consiglio regionale, il 15 dicembre per la sua approvazione: il Cal ha scritto una pagina di vecchia politica con accordicchi tra vecchi partiti contro la riqualificazione del paesaggio». «Toti e Scajola possono ignorare questo parere, ma il voto negativo degli enti locali è un segnale di dissenso molto forte», risponde Raffaella Paita, capogruppo Pd in consiglio regionale.
Una decisione clamorosa costruita con un asse politico di ferro stretto da Genova alla Spezia, passando per diversi Comuni e amministrazioni liguri. Clamoroso perché il Piano Casa è arrivato ieri nel Cal con il parere positivo, ancorché “condizionato”, di Anci. Ed è davvero raro che il Cal con confermi un parere di Anci.
Il Cal aveva già discusso di Piano Casa e aveva deciso di rimandare a ieri il dibattito, alla luce di diverse prescrizioni che la stessa Anci aveva avanzato e che l’assessore Scajola si era impegnato a recepire. Tanto che in Anci il Piano Casa era stato votato con sei voti a favore e quattro contrari. Ad illustrare, poi, ieri al Cal, il parere favorevole di Anci è stato l’architetto Andrea Martinuzzi, presidente della commissione urbanistica Anci. Con un intervento di Scajola che ribadiva l’impegno a recepire la possibilità per i Comuni di istituire zone franche di salvaguardia dove non potrà agire il Piano Casa. Il vicesindaco di Genova, Stefano Bernini, però, ha ribaltato il gioco: ha presentato un emendamento che proponeva il parere negativo, alla luce dell’assenza di alcun cambiamento del testo da parte della Regione. La votazione è finita 13 a 10, quattro astenuti. Con l’astensione dal voto, tra gli altri, del sindaco Rosario Amico (che in Anci aveva dato parere favorevole condizionato) e il voto negativo dello stesso Martinuzzi (che invece in Anci pure aveva detto sì), ma tra gli astenuti ci sono anche esponenti del centrosinistra il presidente della Provincia di Imperia, Fabio Natta e il sindaco di Vallecrosia Ferdinando Giordano.
Festeggiano ambientalisti e il Pd, per l’inciampo del Piano Casa. «Le autonomie locali bocciano la legge cementificatrice della maggioranza di destra - dice Paita - il percorso in commissione e in consiglio del ddl sarà sicuramente più complicato. Il governatore Toti vuole portare questa regione indietro: all’epoca della rapallizzazione. Per questo Comuni ed enti locali hanno detto no. La giunta era certa che il parere del Cal sarebbe stato positivo, invece ha avuto un amaro risveglio». Ed è il consigliere regionale Pd Giovanni Lunardon a indicare proprio come il superamento dei Puc contenuto nel Piano Casa abbia scritto il parere negativo del Cal più di ogni altra cosa.
Secca arriva la replica del presidente della Regione, Giovanni Toti: «Dopo l’opposizione alla legge sulla raccolta differenziata dei rifiuti, che i precedenti governi regionali non hanno saputo fare in dieci anni, gli amministratori del Pd si oppongono anche al Piano casa. Affezionati

 a un passato che i liguri hanno bocciato mandando a casa la loro classe dirigente. Noi andiamo avanti come ci hanno chiesto gli elettori per fare della nostra Liguria una terra migliore. Le chiacchiere un po’ sguaiate di queste ore non nascondono l’incapacità di ieri». E punta il dito l’assessore Scajola: «Mi dispiace che il Cal sia vittima di manovre della vecchia politica Burlando-Bernini, noi andiamo avanti sapendo di fare bene il nostro lavoro».
"chi vincerà?"
chi vivrà vedrà 
oggi gran sole ad imperia.. venerdi 27 novembre... 2015


e lui mi manca ... chissà che avrebbe scritto sul  cemento sui troppi porti... e sulle alluvioni
oggi movida ad imperia siate vivi non MORTI



Nessun commento: