domenica, giugno 14, 2015

tempo ... e senza tempo ... imperiese/ventimiglia, concluso il vertice in comune: probabile allestimento di un centro di accoglienza temporaneo foto

La giornata di ieri verrà ricordata come una delle pagine più vergognose della storia del nostro Paese in materia di diritti umani, di accoglienza, di organizzazione e di diritto internazionale. Abbiamo assistito, inermi, alla prepotenza di uno Stato, quello Francese, che in barba ai suoi principi di “Liberté, Égalité e Fraternité” ha osservato, con qualche sorriso sulla faccia, la disperazione di centinaia di uomini, donne e bambini, accampati a pochi metri dai propri confini territoriali. La stessa Francia di Nicolas Sarkozy che nel 2011 fu la prima nazione a bombardare la Libia di Mu’ammar Gheddafi, fino a qualche settimana prima “amico” dell’Occidente accolto assieme alle sue amazzoni nella capitale con tanto di baciamano dell’ex Premier Berlusconi. Lo stesso dittatore, Gheddafi, che a detta di tutti gli esperti rendeva la Libia un Paese “stabile” e grazie agli accordi commerciali in essere, mitigava sensibilmente le partenze dei migranti africani alla volta delle coste italiane.
Tornando ai giorni d’oggi, ciò a cui tutta l’opinione pubblica italiana ha assistito a Ponte San Ludovico, la “carica” della Polizia e dei Carabinieri, su direttiva del Ministero dell’Interno, è stata una vera e propria violazione dei diritti di quegli uomini, quelle donne e di quei bambini che cercano un passaggio sicuro verso una vita migliore, lontano da guerre, lontano dalla fame, dalle malattie e dalle persecuzioni religiose o politiche.
Uno sgombero a suon di spinte che non ha fatto altro che spostare solo di qualche metro il problema senza minimamente decidere di affrontarlo anche solo in modo provvisorio. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore e dall’opinione pubblica italiana e francese. Una gestione dell’emergenza, a dir la verità già annunciata proprio dal Prefetto di Imperia Silvana Tizzano in occasione della Festa della Repubblica, disastrosa con le forze dell’ordine che per due giorni non hanno praticamente avuto istruzioni. Senza una struttura, anche piccola, che potesse dare accoglienza almeno alle donne e ai bambini, senza un’organizzazione per i viveri, senza la possibilità di fare visitare i migranti da un’equipe specializzata di medici, costringendo oltre 200 persone a dormire per terra, in stazione, con i bagni chimici perché le Ferrovie dello Stato hanno voluto fare la loro parte in questo disumano lungometraggio destinato a battere ogni record.
Si requisisca dunque una o più strutture, un’ex caserma abbandonata, si allestisca una tendopoli perché il flusso migratorio è destinato ad aumentare e non basteranno una cinquantina di poliziotti e di Carabinieri a fermare l’onda perpetua della speranza. Si distribuiscano in modo eguale i richiedenti asilo e si permetta a coloro che non vogliono restare in Italia, la stragrande maggioranza del totale, di proseguire in qualche modo il proprio viaggio. Sia comunque sempre garantita la dignità dell’essere umano a prescindere da qualsiasi cosa, sia garantita l’umanità e l’accoglienza minima, sia fatto tutto il possibile per gestire, in modo organizzato, un flusso migratorio fatto di vite umane in cerca di un’esistenza possibile.
Di Gabriele Piccardo, il 14 giugno 2015 ·



che c'è da aggiungere.. bho... ah si la lega e forza italia firmarono gli accordi di dublino... e ora si lamentano

cmq



tempo un danno lento e spesso imperiese...

senza tempo e una vitalità spesso seria e senza sorriso imperiese

imperiese ovvero permalosità alla potenza massima...

ma la gioia è polemica .... bho chissà  ...


notizie imperia va

ventimiglia, concluso il vertice in comune: probabile allestimento di un centro di accoglienza temporaneo foto





Ventimiglia. E’ terminato da pochi minuti il vertice che si è tenuto questa mattina presso il comune di Ventimiglia.
Presenti il sindaco Enrico Ioculano, il Prefetto di Imperia Silvana Tizzano, il Colonnello dei Carabinieri Luciano Zarbano, il Questore e i dirigenti del Commissariato di Ventimiglia, il Comandante della Guardia di Finanza, la Senatrice Donatella Albano, gli assessori Nesci, Campagna, Felici, i Vigili del Fuoco, i seminaristi di Bordighera, il presidente provinciale della Croce Rossa Palmero, la protezione civile e la Croce Verde Intemelia.

"gli uomini son merce..... e chi lo sa...


o gli uomini son diventati merce per vincere le elezioni...

ma forse esse son finite... da mo

qualcuno lo a dimenticato...

che la realtà è ben diversa...

Quanto guadagna Matteo Salvini?

Quanto guadagna Matteo Salvini e le sue presenze nel Parlamento Europeo, un tema su cui si può capire meglio il personaggio politico che attualmente guida la Lega Nord in Italia e in Europa come europarlamentare.
Ma quanto guadagna Matteo Salvini? Una domanda che in molti si fanno, soprattutto per via delle parole del Segretario Federale della Lega Nord, sempre pronto a puntare il dito contro “Roma ladrona” (motto spesso usato all'interno della Lega Nord). Attualmente l'europarlamentare Matteo Salvini guadagna intorno ai 18.000 euro al mese, uno stipendio che comprende il salario, le diarie e i rimborsi.


Continua a leggere: Quanto guadagna Matteo Salvini? Presenze e assenze al Parlamento http://www.politicanti.it/matteo-salvini-quanto-guadagna-988#ixzz3d2Imxe8E 
Under Creative Commons License: Attribution Non-Commercial



e maroni.... e toti... che la politica faccia sacrifici..

maroni rappresenta i cittadini lombardi.. o la lega nord..

toti rappresenta la posizione della lega nord o ... forza italia... o la regione liguria..

zaia e esponente della lega nord ... o governatore del veneto...

chi me lo sa dire?

ROVIGO AL BALLOTTAGGIO, OK DEL M5S ALLA LEGA



essi eggia che la storia di ventimiglia serva a far aumentare la paura e chiaro da mesi..
ma perchè salvini da eurodeputato ... non ne parla.. ma sopratutto.. perchè... ora...
si deve far paura?

se non per aumentare i consensi...

e bon ...

50 eroi sotto la pioggia che chiedo di entrare  .... fateli entrare ...

PER FAVORE E STOP ALLE GUERRE IN MEDIO ORIENTE STOP AL DARE ARMI...

STOP A POLITICHE ATTE ALLE GUERRE... ORA STOP


io propongo che europa smetta di dare armi al medio oriente... in primis... se sai leggere... perchè è quello che spinge gli immigrati qui.. stop a dare armi.. stop a politiche atte alle guerre.. stop.. stop stop... e sopratutto non essere ciechi.. 50migrANTI sotto la pioggia son eroi... 


Nessun commento: