sabato, dicembre 17, 2016

ventimiglia e ascolto e vedo..ascoltare le esigenze.. delle persone che abitano ad roverino/15 mila migranti con Caritas Ventimiglia - Liguria/Francia, incendio doloso in un centro migranti: un morto/pace in siria

ventimiglia e ascolto e vedo..

una notevole.. personalità dice che il roya è una soluzione tampone.. oserei dire che però non è per nulla.. scusate se insisto solo su questo tema.. (ricordandovi che il 23 dicembre c'è la cena per i no borders al arci camalli) ma per me è molto importante come detto il 27 gennaio 2017 chiuderò il mio profilo fb alle ore 17.. quindi occhi puntati per quel giorno.. ma torniano a ventimiglia al dialogo tra i popoli.. secondo me si devono ascoltare le esigenze.. delle persone che abitano ad roverino... ed anche le lotte dei no borders.. che han dimostrato con l'ultima manifestazione.. che non son cattivi... mi auguro anche senza fb di ascoltare il dolore di migraNTI ..e di italiani... di ventimiglia del resto il senso di da mangiare per tutti era questo... 

notizie ventimiglia....

15 mila migranti con Caritas Ventimiglia - Liguria



(ANSA) - VENTIMIGLIA (IMPERIA), 15 DIC - Sono circa quindicimila i migranti che si sono rivolti allo sportello o al Centro di Ascolto Caritas o che sono stati ospitati dalla parrocchia delle Gianchette di Ventimiglia nel corso del 2016. Lo ha riferito stamani il responsabile Caritas imperiese Maurizio Marmo a margine del convegno 'Immigrazione, problema o risorsa? Le reali dimensioni del fenomeno' organizzato dalla Cisl di Imperia e Savona nei locali del Forte dell'Annunziata di Ventimiglia.


"e penso non solo loro...

penso anche i molti italiani ... negozianti.. di 

ventimiglia... che falliscono... "



migranti


Francia, incendio doloso in un centro migranti: un morto



Fiamme, morte e paura nella residenza per giovani lavoratori migranti alle porte di Parigi. Un grosso incendio, secondo i primi accertamenti di origine dolosa, è divampato questa notte nella struttura di Boulogne-Billancourt, tranquillo sobborgo ad ovest della capitale, sede degli storici stabilimenti di Renault e del “Paquebot”, l’ex-quartier generale del Front National venduto e poi trasformato in casa di riposo di lusso. Il bilancio dell’incendio è di un morto e dodici feriti, tre dei quali in condizioni gravi. Il ministero dell’Interno parla di un «probabile regolamento di conti» ed esclude «un movente razzista». Secondo quanto riferito dal responsabile della struttura, Bakary Cissoko, la vittima è «un maliano di una quarantina d’anni che si è buttato dal terzo piano dell’edificio dal lato del cortile. Era arrivato nella residenza circa 4 anni fa». Almeno un’altra persona si è buttata dalla finestra per sfuggire al fuoco e è sopravvissuta all’impatto. «Dentro era il panico», dice una fonte di polizia, precisando che in totale sono state evacuate dal centro «un centinaio» di persone. «Almeno sei individui sono stati salvati da una morte certa», ha spiegato il portavoce dei pompieri di Parigi, Eric Moulin, giunto sul posto con una settantina di colleghi.  


"basta scontri basta guerre pure quella di aleppo abbia una fine"



fonte

Aleppo ha mandato l'Occidente fuori di testa - Come Don Chisciot



pace in siria... i bimbi son il fururo di quel paese...



In Reverse



anno 2013 



L'immagine può contenere: 6 persone


io non dimentico l'agnesi imperia


agnesi è imperia.. e ventimiglia deve dialogare....


L'immagine può contenere: 6 persone



L'immagine può contenere: 2 persone

Nessun testo alternativo automatico disponibile.



Nessun commento: