martedì, aprile 28, 2015

storie di italcementi imperia che fine a fatto...? /Casa della Legalità - Onlus/PORTO. GO IMPERIA, ULTIMATUM AI TITOLARI DI POSTO BARCA. CHI NON SOTTOSCRIVE I CONTRATTI RISCHIA ...

mesi fà su il noto se sei imperia se si parlo del italcenti della visita di capacci...

a distanza di mesi.. non se sa più nulla... ahime è un poco come tante cose che in questa città nascono ... e poi  tra una fiducia di renzi kenzi e l'altra... ci sarà un italicum.. pure per l'italcementi...



cmq bella maglietta presa al babilonia..

c'è mafia a diano?

bho chissà...

per noi blogger vita gramma... tra un abusivissima e una mafiossima e l'altra.... una raddoppio infinito.. un porto da finire..  somma negozi che aprono.. bar che chiudono.. ci si stufa.. di sperare.. per il disfacimento culturare c'è esiste sia da destra che da sinistra.. questa è una città immobile anziana nello stile e nella mentalità.. una città che a tante ricchezze.. ma poca voglia di trovare quelle ricchezze..



ove c'è gente coi sogni e bella musica da far suonare e pochi locali che lo permettono.. uniche eccezzioni il bar 11.... l'arci camalli.. e la talpa.. per molti altri è il decibel.. e la mentalità che ne fà padrona....
e vedete questa città non è solo bella .. ma è anche piena di storia... nonostante chi la fondata sia mussolini..

ora notixie imperia sperando si riparli del italcementi.. e presto  ....

notix imperia va

Casa della Legalità - Onlus


seguitelo .. sempre...




Chi non sottoscrive i contratti di ormeggio e non paga gli oneri di gestione e le spettanze dovute rischia denunce e sequestri. Questo l’ultimatum lanciato dall’amministratore unico della Go Imperia Vincenzo Costantini ai titolari di posto barca. Lo si legge in una nota stampa diramata dalla società incaricata della gestione del porto turistico.


questa lunga ....  lunga odissea sul porto...



ora col nuovo cantante

super scoppa alla talpa e l'orologio.... che fine a fatto però il progetto sul italcementi?

sabato 2 maggio....

ore 21.30







ore 20.00- cena (gradita prenotazione), a breve info sul menù;
ore 21.30- presentazione dell'ultima fatica letteraria di Scopelliti, con Siri e Zecchini.

La Via dell'Agave è il Ponente ligure, quella striscia di terra schiacciata tra il mare e la montagna; quella terra arsa, piena di agavi e di piante grasse messe in ogni dove, quel western mancato, dove moderni indiani e cowboy combattono per avere dignità, una casa, un lavoro.
La Via dell'Agave, però, è anche il ritratto di un paese, l'Italia, che pare vagare totalmente allo sbando senza direzione e di una generazione rimasta senza appigli, schiacciata tra le memorie del posto fisso e il miraggio di un futuro sempre più incerto. Una generazione che resiste,nonostante tutto; resiste all'incertezza, alla precarietà, allo sconforto. Resiste a se stessa e alla tentazione, troppo facile, di lasciarsi andare. Una Generazione Agave che cerca di fiorire nonostante il paesaggio, attorno, le sia ostile.
"In questo tempo postmoderno, che non sarà neppure ricordato come un periodo buio; con la dignità di un medioevo ridimensionato, che non conosce sovrani al di fuori delle banconote, ci resta da recuperare solamente qualche ricordo. Tanti racconti che non insegnano nulla, se non la loro stessa memoria."

Prefazione di Geraldina Colotti, copertina di Opiemme.

http://www.matiskloedizioni.com/




Nessun commento: