giovedì, settembre 28, 2017

ventimiglia: migranti in confine/Checkpoint Ventimiglia. La "porta occidentale d'Italia" argine degli indesiderati che sostano nel nulla, in attesa di "provare"/"Per fermare le partenze dei migranti vogliamo più soldi". Parlano a Piazzapulita i trafficanti di uomini del Niger

ventimiglia: migranti in confine

"nel ombra del confine i migranti migrano.... e dormono dentro il fiume roya... coraggiosi migranti che si nascondono.. che fuggono"





ventimiglia: migranti in confine

" il confine pare lontano dal fiume roya ove i migranti si nascondono... il confine son passi tra i monti... passeggiate notturne...fuggire... e fuggire




ventimiglia: migranti in confine

"il confine ove son stato nel 2015...  ove il prezzo era aiutare... il prezzo era capire... il confine pare lontano ma loro son vicini nel cuore"


ventimiglia: migranti in confine

" il confine pare lontano ... per persone che voglio migrare"


Checkpoint Ventimiglia. La "porta occidentale d'Italia" argine degli ...



Ogni sera Pascal raggiunge la stazione e aspetta. Uno, due, tre, fino all'ultimo. Sono i treni che portano in Francia. Pascal ha sedici anni e un sogno: passare la frontiera. Per questo prova. Da queste parti lo si sente dire spesso, "provare" sta per tentare di varcare il confine, di passare la frontiera appunto. Pascal prova da tre mesi, da quando è arrivato a Ventimiglia. Avanti e indietro sulle banchine, da solo o in compagnia. Arriverà, ti spiega. Chissà quante volte avrà vissuto quei momenti nella sua mente, il momento opportuno, con il convoglio in partenza, le porte che stanno per chiudersi, un salto e via, "verso una nuova vita". Non è facile, perché Pascal viene dalla Costa d'Avorio, ha la pelle nera e sa che non appena proverà ad avvicinarsi al treno, sarà fermato. Se mai ci arriverà, ad avvicinarsi al treno, con poliziotti, carabinieri, uomini dell'esercito che presidiano la stazione. Sono lì apposta, perché come Pascal, la gran parte dei migranti che arriva a Ventimiglia ha la pelle nera e prova a passare, il loro pensiero dominante è raggiungere la Francia via ferrovia.



" essi arrivano da lontano.... ma il loro pensiero è scappare"





esseri umani... non bestie....


"Per fermare le partenze dei migranti vogliamo più soldi". Parlano a ...



Non sappiamo quanti corpi si nascondano in quel mare di sabbia che è il deserto del Teneré, in Niger. Una distesa di 1500 km dalla città di Agadez, da sempre punto di partenza di un numero infinito di rotte. Da tutta l'Africa occidentale i migranti passano da qui per raggiungere l'Europa attraverso la Libia. Qui, l'Italia e l'Europa stessa investono ingenti fondi per fermare le partenze. Basta, però, un versamento di denaro per convincere i trafficanti ad abbandonare il loro lavoro?

" già il viaggio e la fatica" 



Pubblicato il 04 mag 2017
400 dollari per affrontare un viaggio rischioso dalla Nigeria alla Libia, attraverso il deserto del Sahara. "Non ne sono contento, ma cosa dovrei fare? Io devo sopravvivere".



"e gli uomini faticano ... ma i migranti di più"


Ventimiglia, migrante aggredito da gruppo di stranieri in via Tenda ...



ventimiglia. Un migrante è rimasto 

gravemente ferito questo pomeriggio in un 

violento pestaggio in via Tenda. Stando alle

 prime informazioni, lo straniero, che era 

insieme ad un paio di amici, sarebbe stato 

aggredito, per motivi ancora da chiarire, da 

un 

secondo gruppo di migranti che sono poi 

fuggiti.
 Ad avvisare i soccorsi è stata la 

telefonata di una residente, che ha dichiarato 

di aver trovato il migrante steso al suolo. La 

centrale operativa del 118 ha inviato sul posto 

un equipaggio della Croce Verde Intemelia 

che 

ha trasportato il ferito in codice rosso di 

massima gravità all’ospedale di Sanremo. E’ 

stato il 118 a richiedere l’intervento delle forze

 dell’ordine una volta che il ferito è giunto al 

pronto soccorso: quando la polizia ha 

raggiunto via Tenda, però, non c’era più 

traccia dei responsabili dell’aggressione.


"dialogo anche tra i migranti" 


e sul caso di montegrazie c'è la mia condanna





dialogo ... non minaccie 

domani ( sabato 30 ) niente ventimiglia mal di schiena ma aiutate il bar hobbit sempre sempre



Nessun commento: